Carfora, Consorzio Suggestioni Campane Promotion: “Mediterraneo più unito e stabile nel segno dell’integrazione”

mediterraneo




Mediterraneo più unito e stabile nel segno dell’integrazione con lo sviluppo socioeconomico e culturale.
Luigi Carfora, presidente del Consorzio Suggestioni Campane Promotion, impegnato a promuovere l’internazionalizzazione, l’import e l’export delle aziende italiane, finalizzato a generare la crescita sostenibile, virtuosa ed integrata dei Popoli del Mediterraneo, è stato accolto con caloroso spirito di fratellanza in Algeria con tutti gli auspici e le buone premesse di una proficua e produttiva collaborazione.

Fratellanza

“Sia il ministro dell’Energia e delle Miniere, Mohamed Arkab, che il ministro dell’Industria, Ahmed Zeghdar ci hanno accolto con sentimenti di autentica fratellanza, nello spirito di una proficua collaborazione per promuovere un uno sviluppo economico e sociale integrato attraverso l’approccio coerente di crescita sostenibile dei nostri popoli”. Lo annuncia il presidente del Consorzio, Luigi Carfora.

“Rendo merito a quanti come Enrico Mattei e Piero Angela, sono riusciti, nel tempo, a costruire e riconoscere nel Popolo algerino la vera amicizia fraterna …e posso testimoniare che gli Algerini non hanno mai dimenticato i rapporti che ci hanno uniti in fraternità nelle vicende del passato”.

Frutto degli uomini

Oggi raccogliamo i frutti degli uomini che ci hanno preceduti e che con sapienza hanno saputo seminare nel tempo” Aggiunge il presidente Carfora, comunicando che ad entrambi i ministri algerini, abbiamo lasciato il nostro gagliardetto quale nostro testimone e simbolo di amicizia e collaborazione fraterna…”

Nelle foto

Il presidente del Consorzio, Luigi Carfora, che consegna i gagliardetti al ministro dell’Energia e delle Miniere, Mohamed Arkab, ed al ministro dell’Industria, Ahmed Zeghdar.


[smiling_video id=”443409″]


[/smiling_video]

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*