Parziale e Coni in concerto per “Scampia – Il progresso attraverso la cultura”

scampia




Sabato 26 novembre alle ore 19 al Centro Hurtado di Scampia (viale della Resistenza, 27), si terrà il concerto “Salotto di primo novecento” del duo Marcella Parziale – Giuseppina Coni, per la rassegna “Scampia – Il progresso attraverso la Cultura”, organizzata da Ancem – Associazione Napoli Capitale Europea della Musica diretta da Filippo Zigante, grazie al sostegno del Comune di Napoli, e al patrocinio morale dell’Assessorato Politiche Giovanili del Comune di Napoli e della Ottava Municipalità, e al coordinamento scuole e territorio di Sabrina Innocenti.

Boccaccio

I grandi poeti e grandi compositori italiani sono al centro del concerto, dove i delicati versi di Boccaccio e l’evocativa scrittura dannunziana trovano nel linguaggio musicale raffinato ma al contempo fruibile di Francesco Paolo Tosti e Ottorino Respighi un compimento efficacissimo e di grande interesse, alla cui resa finale contribuisce l’esecuzione attenta e sensibile delle musiciste.

 

La rassegna “Scampia – Il progresso attraverso la Cultura” proseguirà con il balletto “Carmen” (sabato 3 dicembre), l’esibizione del duo composto dal violino di Linda Hedlund ed il pianoforte di Francesco Nicolosi (domenica 4 dicembre), e i concerti dell’Orchestra Sinfonica di Kharkov per l’evento “Scampia incontra l’Ucraina” (martedì 13 dicembre) e dell’Orchestra Junior Verticale composta dei giovani dell’ottava Municipalità (domenica 18 dicembre).

 

Ingresso gratuito, per prenotazioni ancem-napoli@libero.it

L’Associazione Napoli Capitale Europea della Musica (A.N.C.E.M.), da oltre un ventennio pone in essere la sua attività tendente alla diffusione della cultura musicale sul territorio, attraverso manifestazioni, parte specificatamente concertistiche, parte culturali, per rendere accessibile ad una vasta fascia di pubblico il suo messaggio artistico. Ed è proprio per raggiungere fasce diverse della collettività che l’ANCEM interviene su due sedi diverse sia topograficamente che per l’impatto sociale che da ciò ne deriva. Prosegue l’ormai tradizionale appuntamento con il pubblico del Teatro Diana, con l’Orchestra da Camera Accademia di Santa Sofia, ed è stata varata una serie di manifestazioni presso l’Istituto Pontano, allocato nello storico Palazzo Cariati, comprendente giornate di approfondimento culturale su tematiche diverse, quali la figura di Enrico Caruso, quella di Pier Paolo Pasolini ed infine l’analisi del delicato rapporto tra autore ed interprete. “La cultura, ed in ciò crediamo fermamente e in tal senso operiamo, è progresso sociale e civile”. Così Zigante.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*