Pompei, riapre la Casa dei Vettii

pompei




Domani riapre al pubblico la Casa dei Vettii, una delle domus più ricche e famose di Pompei, dopo un importante intervento di restauro. Martedì 22 novembre l’inaugurazione con il Ministro della Cultura Gennaro Sangiuliano e il Direttore Generale dei musei del MiC Massimo Osanna.

Descrizione

La casa, tra le più ricche e famose di Pompei, è posta sotto la protezione di Priapo dio della prosperità, dipinto a destra della porta, che simboleggia la prosperità economica dei proprietari, i fratelli AulusVettiusRestitutuse AulusVettius Conviva, liberti, divenuti ricchi grazie al commercio.

Nella ristrutturazione di età augustea (I sec. a.C.) viene cambiato l’aspetto della casa rispetto allo schema tradizionale che caratterizza altre abitazioni come quelle del Fauno e di Sallustio, eliminando anche il tablinum, per ottenere più spazio per il grande giardino, ricco di statue con zampilli d’acqua, che costituisce il perno della dimora. Le stanze più riccamente decorate si affacciano sul peristilio, tra queste il salone con il fregio di Amorini che svolgono le principali attività produttive dell’epoca, dalla vendita del vino alla pulitura delle vesti, dalla coltivazione dei fiori alla vendemmia, dall’oreficeria alla creazione di profumi.

Nella zona della cucina è il larario dipinto; nella stanza adiacente, decorata con una serie di quadretti erotici, svolgeva la sua attività la prostituta Eutychis, schiava che si offriva per due assi, come racconta un graffito all’ingresso della casa.

Foto di Silvia Vacca


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*