Napoli, in Commissione Istruzione confronto con le sigle sindacali

napoli




Nomina urgente di un assessore con deleghe all’Istruzione e costituzione di cabina di regia che garantisca un’interlocuzione costante sulle politiche scolastiche dell’Amministrazione comunale. Sono le principali richieste emerse dalla Commissione consiliare Istruzione e Famiglia, presieduta da Aniello Esposito, che ha discusso anche del recente Avviso pubblico per l’individuazione, mediante selezione, di un partner per la co-progettazione e la realizzazione di interventi mirati a migliorare la qualità dell’offerta educativa del Comune.

Alla riunione hanno partecipato la dirigente dell’Area Educazione e Diritto allo studio M. R. Fedele e i responsabili Scuola dei sindacati: Danilo Criscuolo per la Cgil, Agostino Anselmi per la Cisl, Annibale de Bisogno per la Uil e Franca Pinto per Csa.

Difficoltà

Il presidente Esposito ha evidenziato la difficoltà di dare risposta immediata alle esigenze della cittadinanza sulla scuola in mancanza di un’interfaccia politica e ha condiviso la proposta delle sigle sindacali di avviare una cabina di regia permanente per monitorare le attività scolastiche.

In merito all’avviso la dirigente Fedele ha spiegato che si tratta di fondi SIEI assegnati per l’anno 2019 che consentono di integrare l’offerta formativa comunale. La scelta è stata quella di favorire la contaminazione tra le esperienze del terzo settore e quella del personale educativo delle scuole del Comune di Napoli.

Bando

Il consigliere Sergio D’Angelo (Napoli Solidale Europa Verde) ha sottolineato che il bando intende rispondere all’esigenza di adeguare gli standard formativi che sono più bassi rispetto alla media nazionale e europea. A tal fine sarebbe stato utile anche prevedere nel prossimo concorso maggiori assunzioni di educatori e assistenti sociali.

Il consigliere Sergio Colella (Manfredi Sindaco) ha rilanciato la proposta dei sindacati di permettere l’accesso agli asili anche ai figli dei dipendenti comunali non residenti nel comune partenopeo e auspica di prevedere l’assunzione di educatori di sostegno in aggiunta a quelli previsti dal prossimo concorso bandito dal comune.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*