Granato: “Necessaria la messa in sicurezza dei territori”

territori




Non dite che è stata una bomba d’acqua. I fiumi di fango a Monteforte Irpino (AV), due anni dopo l’ultima alluvione nello stesso Comune, non sono frutto di un fenomeno naturale. Non solo, quanto meno.
C’è di più. C’è dolo. C’è la responsabilità di una politica amica del cemento e nemica della cura del territorio.
Di una politica che anche negli anni di pandemia ha continuato a permettere di cementificare la nostra terra.

Prevenire il dissesto

Prevenire il dissesto idrogeologico, prenderci cura del nostro territorio, è l’unica grande opera di cui abbiamo bisogno.
È la priorità di un Paese che si scopre ogni volta fragile, che ogni volta piange lacrime di coccodrillo e poi ricomincia esattamente come prima.
Sono queste le immagini cui la politica deve dare risposte, e invece pare si interessi solo di alleanze e poltrone.
Una risposta, la prima, la diamo noi di Unione Popolare: una legge che fermi il consumo di suolo subito.
La facciamo?


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*