Napoli, porta a porta nel Centro storico: confronto in commissione Ambiente

napoli

La commissione Ambiente, presieduta da Carlo Migliaccio ha incontrato oggi il presidente della omologa commissione della Municipalità II Paolo Murolo, per discutere della necessità di migliorare il sistema della raccolta differenziata porta a porta, in un territorio fortemente interessato dai flussi turistici e dalla presenza del sito Unesco. Attualmente, ha spiegato Murolo, si registra una situazione a macchia di leopardo con una percentuale di raccolta che non supera il 40%. Tra le proposte emerse, l’interramento delle campane in prossimità delle zone di maggior pregio artistico e ambientale e una maggiore sinergia con Asìa nell’organizzazione e la calendarizzazione degli interventi.

Specificità territorio

Nel dibattito Toti Lange (Misto) ha posto l’accento sull’esigenza e sulle specificità del territorio del Centro storico, dove è necessario gestire l’offerta dei servizi a fronte dell’incremento del turismo e allo stesso tempo tutelare i residenti. È vergognoso e insostenibile quello che si registra oggi nel Centro storico in termini di percentuale di raccolta, ha concluso,e occorre individuare interventi speciali per l’area, capaci di offrire maggiore igiene e decoro. Un confronto a breve con i vertici Asìa sulle clausole del contratto di servizio e con le altre Municipalità che coprono il Centro storico, questo il prossimo step della Commissione.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*