Fratoianni: “Muoversi in treno e in autobus fra le diverse città è in molti casi ancora un lusso”

eav

Ho raggiunto Napoli per iniziative politiche. Credo che la mobilità collettiva sia uno degli obiettivi principali per costruire un futuro che tenga conto dei cambiamenti climatici, dell’eccessivo carico sull’ambiente in cui viviamo.
E però, sempre di più le scelte ecologiche sono scelte individuali, non supportate da una adeguata programmazione da parte della politica.
Muoversi in treno e in autobus fra le diverse città è in molti casi ancora un lusso.

Il Sud è tagliato fuori dalle corse dei treni da e verso il nord e centro Italia

E muoversi in treno fra le città e le regioni del sud è praticamente impossibile, a meno che non si voglia imbarcarsi in una vera e propria odissea infinita di cambi, sperando di non saltare la coincidenza.
I miliardi del PNRR dovrebbero servire innanzitutto a questo, a rendere l’Italia un paese più moderno, pronto alle sfide fondamentali per il nostro futuro: combattere i cambiamenti climatici e ridurre le disuguaglianze fra le persone e fra i territori.
È evidente. Giustizia ambientale e giustizia sociale sono strettamente interconnesse.
Ma di tutto questo, nel PNRR, non c’è traccia, e ognuno deve arrangiarsi come può.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*