Napoli, riparte la Toponomastica: incontro in Commissione Urbanistica

napoli

La commissione Urbanistica, presieduta da Massimo Pepe, ha incontrato oggi alcuni dei componenti della commissione Toponomastica da poco ricostituita. Pieno sostegno, ha assicurato Pepe, da parte della commissione consiliare che sarà anche luogo di proposta in merito all’attribuzione di nomi a strade, palazzi, parchi. Dagli esperti intervenuti oggi – Fara Caso, Carlo Verde, Antonio Pelella – sono venute alcune opzioni di fondo sul lavoro toponomastico: il legame con le memorie e l’identità delle comunità territoriali, il recupero in particolare della memoria storica, l’attenzione da dedicare alle periferie e ai quartieri di nuova edificazione.

Riqualificazione

Anche il consigliere Rosario Palumbo (Cambiamo!) ha sottolineato quanto l’attribuzione del nome sia leva per la riqualificazione e valorizzazione territoriale, mentre il consigliere Rosario Andreozzi (Napoli Solidale Europa Verde) ha richiamato l’attenzione sulle ricadute, su abitanti e commercianti, dei cambiamenti introdotti. Fondamentale per Fiorella Saggese (Movimento 5 Stelle) l’uso della toponomastica per evidenziare le personalità femminili. Dal consigliere Demetrio Paipais (Movimento 5 Stelle) è già pervenuta una proposta, quella dell’intitolazione a Gianni Pisani, l’artista recentemente scomparso, di un luogo presso l’Accademia di Belle Arti di cui fu direttore. Gennaro Rispoli (Napoli Libera) ha avanzato la proposta di riprendere la richiesta di intitolazione di luoghi in prossimità di presidi ospedalieri a Vincenzo Tiberio, medico napoletano e precursore dell’invenzione della penicillina, e all’immunologo Zappacosta.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*