Coccia: “Ma cosa siamo diventati?”

coccia

Avevo letto che a Roma le Ferrovie d’Italia avevano proibito di dare da mangiare ai senza fissa dimora e mi ero illusa che fosse questa una decisione che non venisse rispettata, come è accaduto a Napoli. Ma non è così. A Roma la CONDANNA A MORTE PER AFFAMAMENTO CONTINUA. Ma non si vergognano?

Ma la mettono la testa sul cuscino?

Ma hanno il coraggio di guardare in faccia i loro bambini? È già una schifezza che ci debbano essere uomini e donne che dormono sotto i cartoni…poi che non debbano essere neanche sfamati! Sotto ogni cartone c’è una persona, con una storia che può essere di malessere o di assoluta povertà o di incapacità di gestirsi nel caos della burocrazia ( carte di identità perdute, ecc.) o anche per scelta.Ci vuole molto a censire, a farsi raccontare una storia e cercare per ciascuno di loro una soluzione? Una amministrazione di centrosinistra? Ma pigliatevi scuorno! Vi ricordate quando ci scagliavamo contro i sindaci leghisti che proibivano di mangiare nei giardinetti? Che fine hanno fatto quelle anime belle?



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*