PaP, Ercolano: “O comun a fin ro mes ten semp a bust appes”

ercolano

A fronte dei circa 40 milioni di euro di debiti accumulati dal Comune di Ercolano, da restituire in 20 anni in “comode rate” da 2 milioni l’anno, l’Amministrazione ha ben pensato di far ricadere tale passivo sulle tasche degli ercolanesi con l’ennesimo balzello.

Una quarta rata della tassa sui Rifiuti, arrivata proprio a ridosso delle festività natalizie. Una quota aggiuntiva che gli stessi amministratori avevano scongiurato nei mesi scorsi, e che invece non ha tardato adarrivare sotto l’albero dei già tartassati cittadini.

Una misura iniqua, vista la qualità del servizio di nettezza urbana, dal momento che il sindaco e la sua maggioranza non danno alcuna traccia di un piano RIFIUTI ZERO.

È il momento di dire basta, vogliamo:

Rivalutazione e riduzione della TARI in base al reddito
Pianificazione di un ciclo di riuso del multimateriale e dell’umido
Riconversione ambientale ed un serio piano di bonifiche Vesuvio e della zona mare.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*