Coccia: “Lo vogliamo dire che la sanità pubblica in Campania è finita?”

de luca

Ci risiamo! Si sospendono dal giorno 10 tutte le attività di ricoveri programmati, sia medici che chirurgici presso le STRUTTURE SANITARIE PUBBLICHE, con le sole eccezioni dell’oncologia, per pertinenze ostretiche (e vorrei vedere!), trapiantologia e prestazioni salvavita., quali dialisi ecc. Causa Covid. Così la nostra Regione si prepara ad affrontare la Quarta ondata. Sarebbe interessante avere una statistica di quante persone in più rispetto al 2019 sono morte “per altre malattie” ad esempio infarti.
E’ interessante sapere se in questa sospensione rientra il rinnovo del piano terapeutico, che per molti è salvavita.

Sanità privata

Sarebbe interessante sapere PERCHE’ LA REGIONE HA PROGRAMMATO DI DARE 700 MILIONI DI EURO ALLA SANITA’ PRIVATA per ridurre le liste di attesa della sanità pubblica e perchè non li ha dati alla SANITA’ PUBBLICA.
Dunque a settembre si sono esaurite le convenzioni per esami diagnostici, chi deve fare mammografie, ecografie ecc. DEVE PAGARE, CHI NON SE LO PUO’ PERMETTERE PUO’ ANCHE MORIRE.
Oggi invece si chiudono gli ambulatori pubblici.
LO VOGLAMO DIRE CHE LA SANITA’ PUBBLICA IN CAMPANIA è FINITA? FINO A QUANDO SOPPORTEREMO QUESTO STATO DI COSE?



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*