Chiaia Magazine, numero di Natale: “Tre dosi sopra il cielo”

chiaia

Come ogni anno il numero natalizio di Chiaia Magazine (Iuppiter Edizioni), diretto da Max De Francesco, propone le giocate delle feste per sbancare il lotto. Dal terno del “vaccino Draghi a quello del sindaco piagnone Gaetano Manfredi, dai numeri di Re Diego a quelli del “Vicienz Pass”: nove combinazioni nel segno dell’ironia e della speranza. In copertina un’illustrazione di Armando Lupini ritrae Don Gaetano della Mancia (Manfredi), questuante sotto Palazzo San Giacomo in cerca di fondi per salvare la città. Intanto Napoli risulta tra le città più invivibili d’Italia, ma i soliti cantori dell’epicità partenopea si girano altrove, marcando il territorio con gli struffoli della napoletanità e la retorica della bellezza.

Giocattolo sospeso

In Quartierissime il punto sulle strade della Municipalità 1 e l’iniziativa solidale del “Giocattolo Sospeso” lanciata dal Comune. In primo piano il focus sul libro di Laura Miriello dedicato a Dracula, la cui tomba pare si trovi qui a Napoli e un approfondimento sulla “biomattonella”, il packaging green inventato dalla start up campana Service Biotech. E ancora: tutti i premiati del “Masaniello”, del concorso luterano “Una piazza un racconto” – quest’anno dedicato al ricordo dell’ideatrice Luciana Renzetti – e dell’evento “Arcobaleno Napoletano”, arrivato alla sua decima edizione, ideato dalla cantante e attrice Anna Capasso.

Apertura delle pagine del Saper Vivere “Speciale Natale” (cultura, libri, arte, cinema, relax e curiosità) sul rituale delle feste dei comici Mago Forest, Vincenzo De Lucia e Marco Critelli. Il cartellone degli spettacoli: tutti gli appuntamenti teatrali in città. Dalle opere celebrative di Salvatore Biazzo su Maradona e di Paolo Trapani sulla maglia azzurra all’inchiesta sui migranti di Vincenzo Sbrizzi, dal saggio sulla vocazione alla lettura di Sergio Bonetti al sorprendente viaggio nei dipinti di Caravaggio del medico Mariano Marmo: i libri identitari e originali da mettere sotto l’albero. Per la sezione cinema i set “aperti” in città e il ritratto dell’attore e regista Antonello Cossia che racconta la sua “Trilogia dei marginali”.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*