Clemente: “Un onore per me grandissimo ritirare il premio Arcobaleno Napoletano”

napoli

Un onore per me grandissimo ritirare il premio “Arcobaleno Napoletano”, premio dedicato alla #ricerca per la cura del melanoma e che da 10 anni è al fianco della comunità medico scientifica sostenendo la “Fondazione melanoma” guidata dal dott. Paolo Ascierto.
Un premio voluto dalla cantante e attrice Anna Capasso, dal giornalista Diego Paura e dedicato a Ileana Bagnaro.
Un “premio alla memoria” di mia madre, Silvia Ruotolo e all’impegno profuso in questi anni affinché non accada ad altri ciò che è accaduto a lei e alla mia famiglia, affinché non si dimentichi la sua vita e affinché attraverso la cultura, l’istruzione ed il lavoro si riscattino storie di difficoltà e di devianza lottando i tanti, i troppi “ladri di sogni”.

La camorra uccide la normalità che il nostro “sogno” così speciale

Mia mamma, Silvia, era una mamma ed una donna normale, e come ogni donna e mamma è speciale ed è la straordinarietà della normalità, delle cose semplici, che sono il vero successo della vita, che la camorra ci toglie e per questo dobbiamo impegnarci per combatterla, collaborando con le forze dell’ordine e la magistratura e come persone e cittadini provando ad essere migliori, presenti.
In questi anni non abbiamo mai portato avanti messaggi di vendetta, ma di giustizia. Mai messaggi di violenza e di rassegnazione, ma di impegno e di speranza. Mai odio, che serve solo a punire, ma di amore. Perché è con l’amore nella propria vita personale così come nella società, che si cambiano le cose.
Ed è l’amore ciò che ci rende forti e che ci fa scoprire di avrete quella forza che non avremmo mai creduto di avere.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*