PaP Pozzuoli: “Flash-mob Basta lavoro nero!”

pozzuoli

Poche settimane fa, con decine di cartelli, i fantasmi del lavoro nero hanno denunciato le condizioni di sfruttamento che troppo spesso loro (come noi) sono costretti a subire.
A tutte e tutti noi, infatti, almeno una volta hanno proposto un lavoro che prevedeva orari massacranti e paghe, misere ma di contratto e tutele nemmeno l’ombra. Ed è proprio questa realtà che spinge molte e molti a lasciare la nostra terra per lavorare altrove.
Tutto questo è possibile per l’indifferenza della politica: negli anni i vari governi che si sono succeduti hanno contribuito a indebolire l’Ispettorato del lavoro e ora, addirittura, il ministro Brunetta vorrebbe obbligare gli ispettori del lavoro ad avvisare prima di ogni controllo, aiutando gli imprenditori a nascondere ogni irregolarità.

Da combattere

E anche la nostra politica cittadina non ha mai speso una parola a riguardo, troppo timorosa di inimicarsi gli imprenditori locali.
Noi invece siamo convinti che il lavoro nero e lo sfruttamento vadano combattuti con ogni strumento disponibile, sappiamo che anche i comuni possono fare qualcosa e abbiamo qualche idea!
La nostra proposta è di una delibera comunale che revochi le concessioni di occupazione di suolo pubblico a tutti gli imprenditori del territorio che assumono a nero.
Ma non possiamo solo aspettare e sperare che ad intervenire sia una classe politica lontanissima da noi e dai nostri problemi. Solo lottando insieme possiamo davvero combattere questa piaga: dobbiamo autotutelarci!
Per questo, prossimamente daremo vita ad uno sportello legale gratuito che aiuti i lavoratori a nero che vogliono denunciare il proprio padrone.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*