Volla, De Luca (PaP): “Essere giovani non può essere una condanna”

de luca

Sono settimane che mi sento dire che “sono giovane per”.
Quasi come se noi giovani fossimo condannati ad emigrare, a scappare da questa terra in assenza di santi in paradiso.
Essere giovani e candidarsi a sindaco sembra una anomalia. Molti e molte diffondono bile e veleno perché essere giovani (molto spesso) equivale ad essere liberi, sfacciatamente liberi, a rifiutare ogni tipo di subordinazione.

Questo li terrorizza, li rende smaniosi

Se oggi sono candidato a sindaco è grazie ad una comunità che mi ha scelto e mi ha sostenuto in tutti questi anni.
Se oggi sono candidato a sindaco è grazie alle competenze che ho maturato sul campo, alle esperienze dirette, all’impegno costante e disinteressato per il mio paese.
Se oggi possiamo regalare una svolta al paese è grazie ai vostri abbracci, ai vostri sorrisi, al vostro concreto e appassionato supporto.
Un centimetro alla volta. Volla deve splendere!



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*