Brambilla: “Si passa sopra ogni rapporto umano…”

fico

Mi arrivano voci, messaggi, whatsup da ogni parte, per descrivermi la campagna acquisti e la campagna elettorale del Movimento 2050 di Conte per le comunali di Napoli.
Non c’è più il programma al primo punto, il cittadino nelle istituzioni, no, no, siamo al porta a porta per candidarsi, a chiunque, basta fare numero, siamo al lavaggio del cervello, tipo “in coalizione ne entreranno di più” “sicuramente avremo gli assessorati”.
A tutti questi statisti de noantri volevo semplicemente dire che tutto questo è la fedele rappresentazione di quello che non volevamo essere, di quello che volevamo combattere in politica, come nella vita aggiungo io.

Sopra ogni rapporto umano

Si passa sopra ogni rapporto umano quando si è persa non solo la coerenza e la fedeltà a valori e principi, ma soprattutto LA DIGNITA’.
E ditelo, e fate l’elenco dei partiti e delle persone con le quali vi presenterete agli elettori, così che capiscano bene che siete come loro, come quella vecchia politica dei tromboni che state resuscitando.
La partecipazione, il consenso, la stima, sono cose che si costruiscono nel tempo insieme, non si prendono con un sms inviato ai “residenti a Napoli”.
Non è una gara a chi prende più posti, così “si può contare di più”; io, insieme a tanti altri, pensiamo che invece sia molto molto più importante costruire un altro modo di approcciarsi alla politica, che magari può non premiarti con qualche poltrona da assessore o da presidente di municipalità, ma che nel tempo crea quella coscienza, quella voglia di partecipazione che vale 1000 volte 1 assessorato.
Noi ci saremo, in direzione ostinata e contraria, come cantava De Andrè, o forse semplicemente è la direzione giusta vista da un’altra prospettiva.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*