Clemente: “Quella degli operai di Whirlpool è una battaglia che va oltre i colori politici”

whirlpool

Ho partecipato all’assemblea di fabbrica oggi alla Whirlpool di Napoli per essere aggiornata sulle ultime evoluzioni della vertenza. Ho deciso di essere a Roma giovedì con le lavoratrici e i lavoratori del sito di via Argine perché c’è bisogno che una rappresentanza della città sia parte del corteo, che marci con gli operai per chiedere risposte concrete alle istituzioni nazionali.
Bisogna fermare la procedura di licenziamento: è una battaglia di dignità.

Solidarietà ai lavoratori di GKN

Quello che sta accadendo in queste ore a Firenze, con la città ferma per dare solidarietà ai lavoratori di GKN, deve verificarsi anche a Napoli e siamo noi, come attori politici cittadini, a dover fare in modo che ciò avvenga. Dobbiamo farlo per dimostrare che quella di Whirlpool non è una vertenza solo dei lavoratori e delle loro famiglie, ma ci riguarda tutti come cittadini.
Per questo motivo nelle prossime ore sentirò i rappresentanti delle forze politiche che scenderanno in campo a Napoli alle prossime elezioni amministrative per chiedere loro un impegno comune che sia slegato dalla campagna elettorale.
Un primo concreto segnale potrebbe essere rappresentato, in vista della manifestazione di giovedì, da uno stop della campagna elettorale.
Quella degli operai di Whirlpool è una battaglia che va oltre i colori politici e impegnare una giornata per le lavoratrici e i lavoratori che da 26 mesi lottano per vedersi riconosciuto un accordo firmato da azienda e governo, sarebbe un gesto di grande coerenza nei confronti di una causa verso la quale tutti gli attori politici hanno espresso solidarietà.



Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*