Clemente: “Teatrino che si consuma a discapito della discussione sui programmi e sul progetto di città”

noemi

L’incommentabile spettacolo a cui abbiamo assistito venerdì nei Quartieri Spagnoli, con i supporters di due candidati sindaco che vengono alle mani e si scambiano minacce, dice tanto del contesto molto poco politico in cui maturano gli appoggi elettorali per alcune delle parti con le quali ci confronteremo in questi mesi di campagna elettorale.
É singolare che i candidati debbano essere accompagnati come turisti in visita per le vie di una città, che evidentemente non conoscono, ma che vorrebbero amministrare per i prossimi cinque anni.

Teatrino

Quello che è successo spinge poi a farsi due domande su chi siano le guide che portano gli aspiranti sindaci in giro per i quartieri di Napoli: una riflessione particolarmente sentita in vista delle presentazione delle liste nelle quali puntualmente si annidano questi “esuberanti” personaggi.
Un teatrino che si consuma a discapito di un’onesta discussione sui programmi, sui valori e sul progetto di città che intendiamo proporre alle cittadine e ai cittadini di Napoli.
Come candidati, un impegno che dobbiamo prendere nei confronti delle napoletane e dei napoletani è quello di elevare il livello del confronto democratico e garantire un dibattito serio, per non rendere questa campagna elettorale una inutile battaglia tra bande.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*