PaP: “Le nostre vite non possono più aspettare”

napoli est

Il 17 giugno, alle ore 10.00, un corteo attraverserà la città di Napoli partendo da piazza Garibaldi per poi arrivare davanti al palazzo della Prefettura a piazza Plebiscito.
A un anno di distanza dalla “sanatoria-truffa” voluta dalla ministra Bellanova, la situazione che vivono più di 700mila persone è peggiorata. Quasi 20mila persone solo nella città di Napoli hanno provato ad accedere a questa sanatoria. La Prefettura di Napoli a distanza di un anno ha convocato zero persone.
Parliamo di quelle lavoratrici e quei lavoratori che sono stati considerati essenziali quando è scoppiata la pandemia, quelli che nonostante il lockdown hanno continuato a lavorare nelle aziende agricole garantendo i rifornimenti ai supermercati e alla grande distribuzione organizzata, quelli che hanno sfidato il covid e hanno continuato a garantire il lavoro domestico e di cura nelle case degli italiani.

Condannati all’invisibilità

Queste lavoratrici e questi lavoratori sono stati abbandonati dal governo, condannati all’invisibilità e al ricatto dei padroni che sfruttano il lavoro nero, esclusi da qualsiasi tipo di sostegno durante il lockdown e infine esclusi dal sistema vaccinale.
Pensiamo sia inaccettabile per un Paese democratico la violazione dei diritti essenziali garantiti anche dalla Costituzione italiana, la salute collettiva non può diventare oggetto di discussione ma deve essere una priorità per l’agenda politica e di governo.
Chiediamo che la Prefettura di Napoli accolga le nostre richieste per la creazione di un canale di emersione per le persone sprovviste di documenti in modo da poter garantire l’accesso ai vaccini e per contrastare la marginalità, il ricatto e lo sfruttamento lavorativo.
Il covid-19 ci ha insegnato che siamo tutti interconnessi, o curiamo tutta la società e le nostre comunità oppure rischiamo di non uscire da questa pandemia.
Invitiamo tutte le persone libere e democratiche a sostenere questa battaglia che riguarda tutte e tutti.

MOVIMENTO MIGRANTI E RIFUGIATI NAPOLI
EX OPG JE SO’ PAZZO


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*