Napoli, canoni di locazione e job opportunities in ANM

napoli

Si è riunita oggi la commissione Infrastrutture, presieduta dal consigliere anziano Aniello Esposito. Due gli ordini del giorno: i canoni di locazione per gli esercizi commerciali presenti nelle stazioni della metropolitana e le job opportunities rivolte ai dipendenti dell’ANM per le progressioni di carriera. Hanno partecipato l’assessore ai Trasporti, Marco Gaudini, e l’amministratore delegato dell’ANM, Nicola Pascale.

Il consigliere Aniello Esposito ha evidenziato il problema dei canoni di locazione per gli esercizi commerciali presenti nelle stazioni dell’ANM, chiedendo all’amministratore delegato Nicola Pascale di illustrare i criteri utilizzati per parametrare i canoni ai mancati introiti subiti da questi esercizi durante il periodo pandemico.

Sul secondo ordine del giorno, il consigliere Andrea Santoro (Misto – Fratelli d’Italia) ha sostenuto la necessità di sgomberare il campo dalle possibili ombre in merito alle procedure di progressione di carriera nell’ANM. Ferma restando l’autonomia dell’azienda nel gestire le risorse umane, è indispensabile che ogni passaggio amministrativo sia trasparente e tenga conto del merito. Bisogna poi chiarire la questione delle graduatorie sospese, alcune delle quali saranno presto non più valide.

ANM

Riguardo i canoni di locazione, la scelta dell’ANM è stata quella di collegare gli importi degli affitti alla diminuzione del numero di passeggeri, ha spiegato Pascale. Facendo un confronto con gli anni precedenti, nel periodo marzo-agosto 2020 la diminuzione è stata del 70%, mentre durante i sei mesi successivi (settembre-febbraio) si è attestata sul 67%. Sulla base di questi dati, al fine di curare gli interessi dell’azienda e dei locatori, si è deciso in accordo con questi ultimi di procedere con tre azioni: è stato concesso il pagamento del canone di locazione ridotto del 65%; rispetto a questa percentuale è stata inoltre accettata da parte dell’azienda la cessione del credito d’imposta sul canone pagato, che ha portato a una ulteriore diminuzione dell’importo dovuto e, infine, il dilazionamento dei termini di pagamento, queste somme ridotte sono infatti state richieste in due tranches nei mesi di ottobre e dicembre 2020.


Pascale ha precisato, inoltre, che durante il periodo del primo lockdown, dodici dei ventinove esercizi in questione sono rimasti chiusi e non hanno pagato alcun canone. Rispetto a questo periodo, Pascale ha poi segnalato mancati introiti per l’azienda di 3 milioni di euro a causa del minor numero di permessi di sosta acquistati. Sulla questione delle job opportunities – ben 43 avviate negli ultimi 3 anni – Pascale ha chiarito che le procedure rispettano un regolamento interno che prevede due prove, una scritta e una orale, e, per determinati profili, anche una prova pratica. I ritardi nell’espletamento delle selezioni sono stati causati dalle difficoltà di realizzare tali prove in presenza, data l’emergenza pandemica. Tutte le procedure sono in corso, e l’ANM invierà al più presto alla commissione una relazione con il dettaglio delle procedure. Rispetto poi alla graduatoria per il profilo di “operatore di esercizio” in scadenza a giugno, a cui faceva riferimento il consigliere Santoro, Pascale ha assicurato che sarà prorogata. Ha inoltre precisato che gli scorrimenti delle graduatorie dipendono dal fabbisogno dell’ANM in merito alle singole categorie professionali.

Mario Coppeto (Sinistra Napoli in Comune a Sinistra) ha proposto alla commissione di farsi promotrice di un documento, da inviare a tutte le istituzioni coinvolte, dalla Regione al Ministero dei Trasporti, per chiedere gli opportuni ristori per i titolari di contratti di locazione all’interno delle stazioni ANM.

Parcheggi

Per Ciro Langella (Misto di Maggioranza) la questione dei mancati introiti da parcheggi potrebbe essere risolta estendendo la possibilità di emettere i permessi di sosta anche per le seconde auto.

Per l’assessore alla Mobilità, Marco Gaudini, il principio utilizzato dall’ANM di ridurre i canoni proporzionalmente alla diminuzione del numero di passeggeri è corretto sia dal punto di vista politico che della gestione aziendale. Assessorato, ANM e commissione condividono il medesimo “sentiment”: aiutare gli operatori del settore a superare questo momento di difficoltà.Per questo motivo, in collaborazione con l’assessora alle Attività produttive, Rosaria Galiero, sarà proposto un incontro con la Regione per verificare la possibilità di una interlocuzione con il Ministero dei Trasporti per ottenere ulteriori ristori per le aziende del trasporto pubblico locale.

Il consigliere anziano Aniello Esposito, esprimendo il proprio sostegno all’iniziativa proposta dal consigliere Coppeto, ha evidenziato, anche a nome della sua parte politica, l’insufficienza delle misure adottate da parte dell’azienda sui canoni di locazione ed ha auspicato, per i prossimi mesi, che lo sconto sui canoni applicato dall’ANM arrivi almeno al 70%.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*