Clemente: “Siamo felici quando siamo amati e amiamo”

scampia

Ringrazio a nome di mio padre Lorenzo, mio fratello Francesco e mio il Vice Sindaco di Maruggio, Giovanni Maiorano e tutta la comunità di Maruggio per questa dedica così inaspettata quanto cara.
Ad Annalisa. A Silvia.
Maruggio, Taranto, Puglia.
La rabbia si stempera nella speranza. Da un lato le spaccherei quelle targhe perché questo mi resta della mia mamma? Un pannello stradale freddo rigido e lontano?

Lei era tutt’altro

Era viva, calda, morbida e vicina. Ma vivo, caldo, morbido e vicino come la forza di un abbraccio è questo gesto e questo mi volge verso la speranza che lei non è morta invano ma alimenta l’amore, l’impegno ed il bene che in vita le hanno tolto, in altri.
Attraverso pensieri, azioni, scelte. In me è così.
Lei è più forte di loro!
Continua a vivere mentre loro vivi, sono morti dentro. E noi anche, vivi portiamo la testimonianza della vita nel senso più vero e profondo ovvero impegnarsi contro le ingiustizie e ogni forma di violenza.
Siamo felici quando siamo amati e amiamo.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*