Napoli: la commissione consiliare Lavoro, Attività produttive e Personale sulla Villa Comunale

napoli

Il presidente della commissione Lavoro, Attività produttive e Personale, Vincenzo Solombrino, ha indirizzato oggi una nota agli assessori al Personale e al Verde, Alessandra Clemente e Luigi Felaco, ai presidenti dei gruppi consiliari e ai dirigenti responsabili dei Servizi comunali competenti nella quale si esprime apprezzamento sulla delibera di Giunta comunale n. 100 del 18 marzo 2021 relativa alla cura della Villa Comunale di Napoli (“Manifestazione di interesse per l’avviso pubblico per l’acquisizione di proposte di collaborazione fra cittadini e amministrazione per la cura del verde urbano (disposizione dirigenziale n. 09 del 10/06/2019.) Approvazione del Piano Triennale di cura del verde della Villa comunale di Napoli. Presa d’atto della richiesta espressa dal rappresentante legale dell’Associazione Premio GreenCare APS Ets,-di concessione in affidamento temporaneo delle aree verdi presenti nella Villa Comunale di Napoli, per la realizzazione degli interventi previsti nel Piano. Atto senza impegno di spesa”).

Iniziativa lodevole

L’iniziativa, che la commissione definisce “lodevole”, attua pienamente l’intenzione già formulata con la precedente delibera di Giunta Comunale n. 63 del 1 Marzo 2019, con cui si è dato avvio alla fase di sperimentazione di forme di collaborazione fra cittadini e Amministrazione per la cura del verde Urbano.

Mancanza di risorse

«La nostra Amministrazione – prosegue il documento –, per molteplici e svariate motivazioni di diversa natura, sconta da tanto tempo la mancanza sia di adeguate risorse economiche che di personale; ben vengano quindi, da parte dei cittadini privati, tutte quelle iniziative, proposte e idee a costo zero per le casse comunali che favoriscano e promuovano non solo un percorso di miglioramento della gestione del verde cittadino ma anche lo svolgimento di attività di interesse generale e collettivo».

La commissione, «pur non essendo composta da tecnici specialisti nel campo e non potendo entrare nel merito delle scelte progettuali, ha trovato esaurienti sia il piano di manutenzione proposto che i contenuti della convenzione» – documento del quale vengono riportati ampi stralci – e chiede «a maggioranza dei propri componenti di accelerare il più possibile i tempi dell’iter di sottoscrizione di questa convenzione per procedere quanto prima all’avvio delle attività di manutenzione della Villa Comunale di Napoli».


La nota si conclude con l’auspicio di «iniziative da parte del Comune di Napoli – da promuovere anche in sede ANCI – per far adottare dall’attuale Governo opportune misure per un importante sblocco delle assunzioni presso tutti gli Enti Locali Italia».

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*