Granato, PaP: “Sul traffico di rifiuti occorre agire”

granato

Così Giuliano Granato sulla sua pagina Facebook:

Stamattina i Carabinieri hanno eseguito ordinanze di custodia cautelare nei confronti di 7 persone, ritenute responsabili di traffico di rifiuti e inquinamento ambientale.
Il presunto capo di questo sodalizio criminale, Cardiello, soprannominato “Re Mida” perché già implicato in precedenti inchieste sul traffico di rifiuti – che trasformava in oro, ovviamente per sé – stava cercando terreni per farne una nuova Terra dei Fuochi e pare li avesse individuati alle porte del bellissimo Vallo di Diano. Un’area naturale protetta, tra l’altro, essendo parte della Riserva Naturale Foce Sele – Tanagro.

Ma chi ci guadagna dal traffico di rifiuti, dallo smaltimento illegale?

Sicuramente le imprese che usano i servigi della criminalità organizzata – che così ottiene lauti dividendi – per liberarsi della propria stessa immondizia. Nello specifico, ad esempio, parliamo della Pra.Cal di Polla (SA), settore del ferro e dell’alluminio, e della “BETONVAL” di Sant’Arsenio (SA), attiva nel settore del cemento. Cosa ci guadagnano? Un considerevole risparmio dei costi aziendali.
Lo smaltimento legale dei rifiuti, infatti, per un’azienda è innanzitutto un costo. Una di quelle voci che riduce i margini di guadagno, che sottrae bei soldi ai profitti di fine anno.
Il risparmio delle aziende si traduce in un costo indicibile per tutte e tutti noi. Alla faccia delle frasi fatte “quello che è bene per le imprese è bene per tutti noi”. Questo costo lo paghiamo con malattie, tumori, malformazioni, morti e con un vero e proprio ecocidio.

Dire “basta” non è sufficiente; bisogna agire

Se penso che il Consiglio Regionale della Campania in questa legislatura addirittura ha eliminato la Commissione Speciale Terra dei Fuochi proprio quando ogni settimana giungono notizie sempre più allarmanti da tutta la Regione, mi dico che la classe dirigente nostrana lavora sempre più per gli interessi di pochi e contro la vita e gli interessi della maggioranza del nostro popolo.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*