Capua, M5S: “Decoro neanche per i nostri cari defunti”

capua

Il degrado nel cimitero, sia di Capua che di Sant’Angelo in Formis, è ormai al limite della sicurezza, a partire dalle mura perimetrali con tombe abbandonate; alberi ad alto fusto mai potati; lavori iniziati e non completati; un registro lavori incompleto e scarsamente compilato; carenza di loculi quando c’è un progetto di ampliamento approvato dal 2006.
Troppi anni di incuria; scarsissimi, per non dire nulli, i sopralluoghi da parte degli organi tecnici dell’Amministrazione e del consigliere con delega. È evidente un’assenza totale di iniziative per amministrare in modo efficiente i due luoghi sacri.
Tante sono le questioni trattate ieri pomeriggio con il Responsabile del Settore PPAT, Ingegnere Gianfranco Stellato, sempre disponibile ad ascoltarci ogni volta che abbiamo sollevato le varie problematiche.
La situazione dei lavoratori ci preme in particolar modo, perché riteniamo fondamentali i valori della dignità e della sicurezza sul luogo di lavoro.

Abbiamo inciso, in primis, sulla preparazione del prossimo bando di gara

Da tempo gli operai cimiteriali vanno avanti con ditte il cui contratto viene rinnovato di 2 mesi in 2 mesi. Non è possibile andare avanti così! Pertanto, abbiamo proposto un bando con durata triennale, per dare loro maggiore stabilità. Purtroppo, già sappiamo che questo non sarà possibile. Il Responsabile del Settore Finanziario ha comunicato che, in base alle risorse economiche a disposizione, il contratto può avere solo durata annuale. Partirà il mese prossimo e scadrà a fine anno, quindi, in sostanza durerà solo 9 mesi. Abbiamo sottolineato fortemente che la nuova ditta debba avere tutti i requisiti utili, affinché i lavoratori possano operare prima di tutto in sicurezza ed abbiano un trattamento economico puntuale a fronte di un servizio efficiente.
Abbiamo ascoltato anche i lavoratori e nonostante le varie problematiche sopra esposte, danno disponibilità a mettere in sicurezza alcuni alberi posti nel cimitero nuovo, a condizione che ne abbiano mandato. Inoltre, abbiamo chiesto anche dell’albero gigante morto, che si trova alle spalle della chiesa. L’ingegnere Stellato ha già contattato la Protezione Civile che provvederà a tranciarne il tronco a costo zero.
Attualmente i lavoratori cimiteriali hanno dichiarato di sentirsi coordinati da una ditta affidabile: puntuale nei pagamenti e che li dota dei dispositivi di protezione adeguati alle attività. Infatti, se un lavoratore non avesse indossato l’elmetto di protezione, la caduta di una lapide gli sarebbe stata fatale.
In conclusione, non può essere un deterrente continuo la mancanza di fondi.
SINDACO NON PENSI SOLO AI GRANDI PROGETTI…PENSI PRIMA DI TUTTO ALL’ORDINARIO!
Gruppo Consiliare M5S Capua
Roberto Caiazzo
Nunzia Miccolupi


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*