Clemente: “Era un uomo di grande cultura e sensibilità Francesco Ruotolo”

governo

Apprendo in queste ore della scomparsa di Francesco Ruotolo, appassionato militante e politico napoletano, il Covid-19 ce lo ha portato via.
Con lui ho avuto il piacere di lavorare a tanti progetti, molti come consulente alla Memoria della Municipalità 3.
Sue sono alcune tra le proposte più significative che sono pervenute in commissione toponomastica, molte incentrate su personaggi femminili.

Uomo tenace

Tenace, insieme a lui intitolammo le scale di via Foria a Iolanda Palladino, giovane studentessa uccisa dai fascisti nel 75. Lavorava a quell’intitolazione da anni.
Ricordo che l’ultima proposta che realizzammo fu quella di intitolare una via alla filosofa greca Ipazia d’Alessandria. Alla cerimonia di intitolazione era orgoglioso di aver contribuito a colmare il vuoto di una toponomastica cittadina tutta incentrata su personaggi maschili. Mi raccontò di aver chiamato sua figlia Ipazia.
Era un uomo di grande cultura e sensibilità Francesco Ruotolo. Sempre molto attento, critico, con un piglio perennemente ironico.
Un grande uomo di cui sentiremo molto la mancanza.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*