Granato, PaP: “La carica dei figli di…”

campania

Qualche giorno fa due imbarazzatissimi papà e mamma hanno girato con me un video per far vedere che anche io sono “figlio di”.
Poco dopo, in un altro video, denunciavamo la logica che apre le porte delle istituzioni e della politica ai veri “figli di”. Parlavamo di Mensorio, Pisacane, dei figli di De Luca (ora pare che uno sia in corsa per la carica di prossimo sindaco di Salerno e l’altro per i vertici del PD). Oggi, a elezioni finite, un piccolo esercito di “figli di” entra in Consiglio Regionale. La regina è Vittoria Lettieri, figlia del sindaco di Acerra Raffaele. Tutta la giunta comunale si è spesa indefessamente per farla giungere alle 11.147 preferenze raccolte. Ma i nomi sono davvero tanti.

È la rappresentazione di un sistema neo-feudale che vede in De Luca solo l’apice

Un sistema che allontana i giovani, quelli che sanno che andranno avanti i figli dei potenti e per gli altri non c’è spazio. È contro questa logica che siamo nati, che abbiamo fatto campagna, che ho tutta la voglia e la testardaggine di non fermarmi. Perché la Campania può essere davvero il futuro, ma non bisogna cercarlo semplicemente su una carta d’identità, cercando l’età anagrafica, bensì nella distruzione delle vecchie logiche. Una cancrena da Medioevo, indegna di una Regione che voglia guardare avanti.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*