PaP: “Partiamo da qui, dalla nostra regione, dai nostri territori, dal nostro popolo!”

regione

Stamattina abbiamo partecipato alla protesta del Comitato San Gennaro contro la privatizzazione del Sistema Sanitario Nazionale.

La giunta De Luca, in continuità con quella Caldoro, ha smantellato (tra i tanti) l’ospedale San Gennaro, al Rione Sanità. La resistenza del Rione e del suo Comitato, l’ha salvato dalla chiusura totale. Ora è diventato un Presidio poliambulatoriale. Dopo anni ancora si attende l’apertura di altri reparti in linea con il piano sanitario regionale. Col pensionamento di alcuni operatori, il blocco delle assunzioni, si rischia la chiusura degli altri.

 

Lunga storia

Quella del Comitato è una lunga storia di lotta e resistenza, proprio come quella della partigiana Margherita Cerasuolo a cui è intitolato il “Ponte della Sanità” dove si è svolta pacificamente la manifestazione.


Ci siamo bendati con loro, abbiamo infilato finte flebo, fasciato braccia rotte, per ricordare a tutti che i nostri degenti non hanno più una struttura che li accolga nei tempi e nei modi opportuni. Sulle infinite liste di attesa speculano i privati. Eppure, ci ha raccontato il Comitato, le risorse ci sono: basterebbe non regalarle a chi ha tutto l’interesse che ci siano malati e non persone in salute.

La lotta del Comitato San Gennaro ci dimostra che ci sono le forze, le intelligenze, i bisogni e i desideri per costruire una nuova realtà.

Partiamo da qui: dalla nostra regione, dai nostri territori, dal nostro popolo!

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*