Ritorno al passato con “ArcheoCena a Casa Setaro”

casa setaro

Passeggiare tra secolari vigneti alle pendici del Vesuvio e ritrovarsi alla tavola di un’antica thermopolium pompeiana. Inizia qui un viaggio nel tempo, che conduce indietro di Duemila anni attraverso una rievocazione storica culinaria.

E’ questa l’idea di “ArcheoCena a Casa Setaro”, una serata ideata da Massimo Setaro dell’azienda Casa Setaro e Gian Marco Carli, chef del ristorante Il Principe, in cui la storia enogastronomica del Vesuvio diventa protagonista della tavola con una serie di abbinamenti vino-cibo e un menù studiato ad hoc per far rivivere i sapori dell’epoca. Tra gli ingredienti tipici e d’eccellenza del periodo storico trattato, non potevano mancare i fichi che sono prodotti dal rinomato opificio Santomiele e le albicocche vesuviane dell’azienda agricola Sapori Vesuviani.

30 luglio

La cena è in programma giovedì 30 luglio ore 20 negli spazi interni di Casa Setaro, situata a Trecase, nel più piccolo dei comuni vesuviani. La serata prevede una breve visita alla cantina con il racconto delle varie fasi di vinificazione a partire dal passato fino alle tecniche moderne, usate oggi da Massimo che ha ereditato l’amore per questo lavoro dal padre “Don Vincenzo” Setaro. Non mancheranno le anfore e il vino in esso maturato, proprio come era d’uso a quei tempi.

Una cospicua produzione di pani – notizia visibile nei tanti resti carbonizzati di Pompei -, accompagnata dall’olio extravergine d’Oliva Casa Setaro, aprirà le danze: il menù preparato dall’archeo-chef Gian Marco Carli del ristorante Il Principe, figlio d’arte di Marco e Pina Carli, stella Michelin per 15 anni, che ha intrapreso da anni un percorso di studio gastronomico volto a reinterpretare in chiave moderna il patrimonio culinario e culturale della propria terra natia, Pompei.


L’evento si svolgerà nel rispetto delle norme vigenti e con prenotazione obbligatoria al 3471231391. Il costo della cena è di 50€ a persona. Il parcheggio è gratuito e di pertinenza dell’azienda.

MENÙ

Degustazione di pani antichi a lievitazione naturale e con farine antiche: Libum, Scriblita, Otto spicchi e Adipadus

Con Olio extravergine d’Oliva Casa Setaro

Aperitivo

Cucurbitis in esca Apicii

Pane, ricotta di pecora e alici

Antipasto

Metti una sera a cena Carli e Trimalcione

Quaglia, moretum, foie grass di coniglio e cipollotto alla brace con i fichi dell’azienda Santomiele.

Primo piatto

A spasso per Pompei antica

Lagane di farro, hummus di ceci, limone fermentato al sale, stoccafisso all’insalata e ortiche

Secondo piatto

Maialino in lenta cottura, albicocca di Sapori Vesuviani e zucchine alla cenere

Dessert

Cassata oplontis

In abbinamento i vini Casa Setaro: Pietrafumante Caprettone Metodo Classico, Munazei Rosato Lacryma Christi del Vesuvio Doc, Aryete Caprettone DOC maturato in anfora, Don Vincenzo Riserva
 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*