La Carofalo su chi ha la possibilità di prendere il potere, di avere “voce” e chi non ce l’ha

carofalo

“Capita fin troppo spesso di assistere, sui social ma non solo, alla disputa tra quelli che dicono: “Che cazz ce ne fotte a noi dei diritti dei “neri”/delle persone transgender (etc. etc.) se non riusciamo ad arrivare a fine mese?!”, e altri che, scusate la semplificazione, mettono al centro unicamente il riconoscimento di alcuni status e il superamento degli stereotipi e delle discriminazioni – etniche, religiose, di genere, riguardanti l’orientamento sessuale – separando (più o meno volontariamente) questa battaglia dalla “linea di classe”, dalla separazione tra ricchi e poveri, ma anche, potremmo dire, tra chi ha la possibilità di prendere il potere, di avere “voce” e chi non ce l’ha.

Questa roba, che può sembrare fuffa intellettuale, ha invece molto, moltissimo a che fare con nostro quotidiano. Non solo con l’attivismo di moltissimi di noi che rischia di essere depotenziato in questa polarizzazione, ma anche con la battaglia per l’egemonia che – da troppo tempo – ci si è rassegnati a non contendere alle destre, con la crescita dei movimenti populisti alla Trump e alla Salvini.
Dietro alla, concretissima, “guerra tra poveri” in atto nelle periferie di questo Paese, a una società sempre meno interessata alla politica, all’affannosa ricerca di una identità e all’ansia di non essere adeguati, dietro a un mondo in cui campagne patinate contro razzismo e sessismo sembrano convivere perfettamente con una logica dello “scarto” e della precarizzazione brutale, si agita proprio la contesa tra l’essere “riconosciuti” e avere la possibilità concreta di campare.
Ma questi due piani sono necessariamente in contraddizione? Secondo me no, e anzi proprio il loro intreccio dovrebbe orientare il nostro agire politico (e non solo).

Siccome il discorso è lungo e soprattutto c’è qualcuno che l’ha fatto molto meglio di me, Nancy Fraser, mi prendo la confidenza, una volta tanto di rimandare ad un articoletto che ho scritto su questo tema e su questa meravigliosa autrice.”

Dal profilo di Viola Carofalo portavoce nazionale di Potere al Popolo


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*