Potere al Popolo: “Basta abusi in divisa. Solidarietà a Pietro, Diego e Fabiano”

potere

8 volanti della polizia a piazza Bellini ieri sera per fare che? Chiudere le basi di spaccio nel centro storico? Sanzionare chi sfrutta decine di giovani facendoli lavorare a nero e occupando illegalmente il suolo pubblico?

No, decine di uomini della polizia per arrestare arbitrariamente 3 persone che, sedute a un tavolino, chiacchieravano.

Il problema? Una persona non aveva i documenti, eppure per legge, mostrare i documenti non è obbligatorio. Si scatena un abuso in piena regola, si mobilitano polizia, esercito, mancavano solo i carabinieri a cavallo per arrestare Diego, Pietro, Fabiano, attivisti di questa città.

L’intera piazza si mobilita cercando di proteggerli e gridando all’abuso ingiustificato. I tre sono stati trasferiti nella notte a Poggioreale, in attesa dell’eventuale convalida dell’arresto. Il questore parla di “gestione equilibrata” e ci vuole davvero coraggio a dichiararlo, con decine di video che mostrano la dinamica di violenza ingiustificata verso tre amici rei di passare del tempo seduti a un tavolino a bere una birra.


Con l’enorme potere ricevuto durante la gestione dell’emergenza Covid, di abusi ne abbiamo visti anche in questi mesi di lockdown con controlli e sanzioni spesso ingiustificati e rivolti alle fasce sociali meno tutelate della città.

Lo abbiamo visto con le multe nate durante i presidi di Aprile e Maggio, subiti dagli altri attivisti delle reti di mutuo soccorso della città che in quelle settimane hanno distribuito migliaia di pacchi alimentari alle famiglie in difficoltà. Siamo stati multati tutti per aver osato aprire davanti alla Prefettura, adeguatamente distanziati e indossando tutti le mascherine, uno striscione in cui chiedevamo lo stanziamento immediato di un reddito di emergenza per far fronte alla crisi.

Non possiamo permettere che prenda piede in città un clima di abuso ingiustificato in nome di chissà quale idea di tutela della “sicurezza”.

Diego, Pietro e Fabiano liberi subito!

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*