Vincenzo Viglione: “Vergogna!”

viglione

Stando alle notizie relative alla manifestazione organizzata questa mattina dalle forze di centrodestra, la quale a mio modestissimo avviso non si sarebbe dovuta tenere ne’ in virtù delle misure di sicurezza anti covid e a voler essere pignoli neanche per gli effetti di quell’assurdo decreto sicurezza bis che prima si leva di mezzo e meglio è, dal corteo sarebbe stata rivolta la seguente frase, inqualificabile, al presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “La mafia uccise il fratello sbagliato”.
Una frase assurda che non si può essere lavata solo la ferma condanna dei leader politici ispiratori della manifestazione (e ci mancherebbe) e di tutti i vertici politici. A parte le parole inqualificabili da sole infatti, che vuol dire “…uccise il fratello sbagliato”? Che la mafia “può” prendersi la libertà di uccidere la gente purché non commetta errori?

Siete il male del male

Ditelo alle migliaia di vittime innocenti che proprio per colpa di una, dieci, cento mafie (mi sia consentito l'(ab)uso della citazione) hanno perso la vita per gli “sbagli” di questa gentaglia che ha vissuto, si è arricchita e ha prosperato negli anni anche grazie a parti dello Stato purtroppo che la guerra vera alle mafie non l’ha mai fatta, relegandola a una retorica da celebrazioni o peggio, come avvenuto in piazza oggi, a uno spauracchio politico dietro il quale proprio le mafie ridono e si divertono.
Siete il male del male di questo meraviglioso Paese e di questa nostra cara Repubblica (incompiuta).


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*