I morti sul lavoro non sono accidenti: sono omicidi provocati da un sistema che pensa ai profitti e non alle vite!

La testimonianza di Nunzio La Montagna sulla pagina Facebokk di Potere al Popolo:

Un giovane operaio ci ha chiesto di far girare questo. Nunzio La Montagna ha lavorato alla Adler, la fabbrica esplosa ieri a Ottaviano, dove ha perso la vita Vincenzo.

A noi sembra una testimonianza preziosa, che rende l’idea di come si lavorava in quella fabbrica e nelle fabbriche della provincia di Napoli: poca o zero sicurezza, contratti settimanali, ricatti “se volete lavorare state zitti”.
E intanto Scudieri, il padrone dell’azienda “dalla faccia pulita”, figlio di industriali e nipote di industriali, girava in Ferrari.
Pare che Vincenzo, l’operaio morto ieri, avesse detto a Nunzio: “ragazzi scappate perché qua si muore”…

Chiediamo a tutti coloro che abbiano altre informazioni di aiutarci a denunciare le scandalose condizioni lavorative che si vivevano all’interno dell’Adler e ad unirsi nei Comitati Popolari per la Salute e la Sicurezza sui posti di lavoro.


I morti sul lavoro non sono accidenti: sono omicidi provocati da un sistema che pensa ai profitti e non alle vite!

Se questa è la normalità, non ci vogliamo più tornare!

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*