Inferiore, una parola molto utilizzata nel linguaggio di molti Italiani

Inferiore

Inferiore, una parola molto utilizzata nel linguaggio di molti Italiani. Dal vocabolario Treccani, la parola inferiore in u uno dei suoi tanti significati è spiegata così :   Che ha minor valore, pregio, o, riferito a persona, che è al di sotto per merito, attitudini, capacità…Il giornalista Feltri, ex direttore di alcune testate giornalistiche e ospite di alcune trasmissioni televisive, ha associato più volte questo vocabolo ai meridionali. A quanto pare sembra che, a scatenare l’ira del giornalista, sia stato il comportamento modello sopratutto dei campani durante la quarantena. Le rigide ristrettezze del Presidente De Luca ed il comportamento responsabile della maggior parte dei campani ha portato senza troppi danni la regione ad arrivare ad un numero molto basso di contagi durante questa emergenza Covid-19. Molte sono state le risposte dei cittadini napoletani contro le offese del noto giornalista, dalle migliaia di mail alle redazioni che lo ospitano, alle denunce di alcuni politici, oppure alle class action di alcuni edicolanti che hanno deciso di non vendere più quotidiani con articoli scritti con la sua penna. Oggi abbiamo dato parola ad alcune persone, che lavorano in diversi settori dell’enorme tessuto sociale del sud e di alcuni politici che ricoprono delle cariche istituzionali.

Un consigliere della Municipalità Vomero Arenella,  Attilio Borricelli:

Dice di non dar peso alle parole di Feltri, si qualificano da sole, e più che azioni promosse dai singoli mi aspetto che lo Stato intervenga d’ufficio dal momento che esiste la Legge Mancino (che modifica la legge di attuazione della convenzione di New York su razzismo e discriminazione) che punisce le manifestazioni di odio e appunto discriminazione. Sul piano personale, però, non mi offende e trovo che siano solo il tentativo di un uomo anziano per mantenere una presenza sui media che altrimenti non gli verrebbe garantita. Io penso che la Regione ha avuto un buon approccio nella gestione della quarantena,  ma non ha offerto a mio parere le risposte necessarie. Chiudere la gente in casa non è una risposta valida se proiettata nel medio e lungo termine, spero che nasca lungimiranza in chi ci governa: va fatto qualcos’altro!

Felicia del Prete, attrice napoletana, invece dice:

A lavà a capa o ciuccio se perde l’acqua e o sapone (A lavare la testa all’asino si perdono acqua e sapone): parlare con gli ignoranti è solo una gran perdita di tempo. E’ nu guappo e cartone (Pallone gonfiato): Colui che vuole a tutti i costi ostentare doti che in realtà non possiede. Il Feltri ha dimenticato che i napoletani sono stati i primi in Italia da soli con le 4 giornate di Napoli a cacciare i tedeschi… Soli!!! Siamo sempre stati un popolo combattivo e con le molliche abbiamo costruito il futuro senza l’aiuto di nessuno! L’invidia e’una brutta cosa, chi si sente inferiore sputa veleno!

L’Avvocato  Antelmi commenta così, invece, le parole del giornalista :

Quelle parole, hanno colpito tutti di qualsiasi appartenenza socio economico, a chi lavora di più , chi produce di più, a chi ha più “dignità” di appartenere al “popolo italiano” che dovrebbe essere unito fino a prova contraria (dal 1861). Purtroppo il pensiero di Feltri rappresenta quello di molti altri, quelli secondo cui il popolo del meridione sarebbe un popolo di inferiori. Il fatto è che molti di questi soggetti che “insultano” il popolo che abita il meridione fanno riferimento ad un substrato, che seppur esistente, è presente in minima parte e che purtroppo a volte, fa quel che fa per contingenze economiche e sociali di cui purtroppo però ne è pieno il mondo.
Chi insulta, dimentica però, che la maggior parte dei lavoratori che sono presenti al nord, di qualsivoglia categoria professionale -dai dirigenti agli operai- provengono dal sud e che a malincuore hanno abbandonato il sole, il mare la luna e le stelle, per poter andar a popolare e a contribuire allo sviluppo di quel nord tanto decantato (ma solo da quelli del nord) proprio per non finire in quel substrato di cui parlavo prima . A Feltri come a tutti gli altri di cui ho parlato, più che una causa, per me che sono un avvocato, farei un bel corso accelerato ma intensivo di questa stessa dignità, perché penso che purtroppo siano rimasti molto indietro al riguardo e che ogni “cura’ sarebbe abbastanza inutile perché tardiva.


Il consigliere comunale della Città di Portici,  Alessandro Fimiani, risponde così:

Il signor Feltri è un noto provocatore ma con quella dichiarazione ha superato il limite perché il termine “inferiore” riferito ad un popolo è un concetto di razzismo e questo non è concepibile nel 21esino secolo e con quello che attualmente stiamo affrontando. La regione Campania è tra le migliori in termini di dati epidemiologici in questa emergenza Covid-19, anche se come numero di tamponi siamo il fanalino di coda. I nostri medici e gli istituti ospedalieri, il Cotugno su tutti, si sono dimostrati pronti nell’affrontare il problema del Covid-19. Buona la gestione di De Luca che ha mostrato sicurezza anche se, mi lascia perplesso la sua chiusura totale e la sua voglia di riapertura quando si parla di elezioni. In questo momento oltre alla salute bisogna pensare anche all’economia e aiutare la famiglie e le aziende Campane. Per quanto riguarda la mia città, Portici, sono fiero dei cittadini e di come stanno affrontando il problema del coronavirus. Stanno dimostrando un grande sacrificio e buonsenso, penso che siano tra i migliori. Merito anche del sindaco Cuomo che dimostra sempre come saper affrontare i problemi. 

Il Dottor  Perfetto di una società regionale Campana, risponde così alle dichiarazioni del Dott. Feltri:

Devo dire che le dichiarazioni di Feltri non mi meravigliano più di tanto perché, ahimé non è nuovo a esternazioni di intolleranza verso i meridionali. Il suo becero giornalismo non fa altro che fomentare gli animi di quella parte del popolo italiano che si lascia prendere da inutili regionalismi. E poi c’è chi, dichiaratamente meridionalista come me, si indigna rispetto a queste ingiurie. La mia Campania ha retto finora benissimo anche grazie alla manovra “contenitiva” imposta dal Governatore De Luca e mi lasci aggiungere, al grande buonsenso e spirito collaborativo dei cittadini che si stanno comportando in maniera esemplare. Feltri e chi la pensa come lui dovranno rassegnarsi all’idea che qui da noi le cose hanno funzionato meglio di quanto ci si aspettasse.

Manuela Palma, copywriter di un azienda commerciale, definisce così il Dott. Feltri:

Se avessi la possibilità non mi rivolgerei direttamente al ‘Signor’ Feltri, credo sia palese a tutti che il suddetto avvocato bergamasco soffra di una forma, anche poco latente, di demenza senile. Mi rivolgerei piuttosto ai redattori, autori e programmi TV che ancora gli danno voce. Il messaggio non è nulla senza un mezzo che lo veicola. E a tutti quei cari signori, che per carineria non chiamo sciacalli, rivolgo il mio più sentito livore.

Nunzia Salemme,  biologa presso il centro Ceinge che elabora i tamponi effettuati al Cotugno o allo zooprofilattico: 

Ad un faccia e faccia con il Dott. Feltri me ne andrei senza nemmeno degnargli di una parola. I Cittadini di Napoli si sono comportati responsabilmente innanzi alle ristrettezze dovute all’emergenza Covid-19. Il presidente De Luca ha gestito con polso questa situazione, infatti la regione Campania è una delle prime che è riuscita ad avere la più bassa percentuale di contagi rispetto ad altre regioni del nord. 

Queste sono soltanto lo 0,01% delle persone campane che sono state colpite dalle dichiarazioni del noto giornalista. Dichiarazioni che, sopratutto durante questa emergenza nazionale, non dovrebbero essere fatte. Ma durante questa emergenza abbiamo capito che l’Italia è un paese unito, la macchina della solidarietà avviata da nord a sud, ha fatto capire a molti di noi che nella vita ci vuole sopratutto un gran cuore oltre ad un pizzico di intelligenza!

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*