La Massoneria campano-lucana dona 20.000 euro alla Fondazione Melanoma Onlus e 4000 mascherine agli ospedali campani

Tra gli scopi della Massoneria c’è quello di “edificare templi alla virtù” e i massoni, anche in qualità di cittadini, seguono un solco solidaristico volto anche al rispetto della dignità umana e dei diritti fondamentali della persona.

Basti ricordare che Henry Dunant il fondatore della Croce Rossa, i cui soccorritori, oggi, lottano in trincea nella dura battaglia contro il Coronavirus.

Ecco perché non stupisce che la Massoneria campano-lucana in questi difficili giorni abbia fatto sentire la sua solidarietà e presenza al fianco del personale medico, infermieristico e paramedico nonché delle donne e degli uomini impegnati nella ricerca sul Covid-19.

 


Il Collegio dei Maestri Venerabili di Campania e Lucania, Grande Oriente d’Italia Palazzo Giustiniani, infatti, ha iniziato la distribuzione di 4000 mascherine ai principali presidi sanitari della Campania.

L’iniziativa intende fornire un supporto all’eccezionale sforzo profuso da personale medico, infermieristico e paramedico, gravemente esposto al contagio da Covid-19, con una dedizione spinta anche all’estremo sacrificio. La distribuzione si inserisce nell’ambito di una serie iniziative che vedono il Grande Oriente d’Italia impegnato nella lotta al Coronavirus, non solo nell’ambito del Collegio ma anche a livello nazionale.

Sempre il Collegio dei Maestri Venerabili di Campania e Lucania, Grande Oriente d’Italia Palazzo Giustiniani, inoltre, ha effettuato una donazione di 20.000 Euro alla Fondazione Melanoma Onlus, di cui è Presidente il Professore Paolo Antonio Ascierto, che si distingue non solo nella lotta al cancro, ma anche nell’individuare nuove strade terapeutiche per il Covid-19.

 

Questa donazione è rivolta in maniera specifica alla realizzazione di un laboratorio di ricerca da rendere immediatamente operativo e nel quale un’equipe specializzata potrà mappare geneticamente il Coronavirus, indagarne i processi di diffusione, le potenziali mutazioni e lavorare allo sviluppo di cure e terapie sperimentali.

La collaborazione tra Istituto Nazionale Tumori, Fondazione G. Pascale, Azienda Ospedaliera dei Colli, e medici cinesi, ha dato, mediante l’impiego del farmaco Tocilizumab, un importante impulso alla ricerca contro questo nuovo Coronavirus. La donazione è un ulteriore impegno del Collegio Campania Lucania nella direzione della ricerca e della conoscenza, come strada per giungere a delle soluzioni in particolare in un momento di emergenza sanitaria globale come questo.

Si ringraziano per la collaborazione i signori Lucio Doriano e Giovanni Esposito, rispettivamente presidente e vice presidente del Collegio, in rappresentanza del collegio dei maestri venerabili del Collegio Campania-Lucana.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*