La visita del sindaco de Magistris, oggi, alla Mostra d’Oltremare

Proseguono alla Mostra d’Oltremare le operazioni di stoccaggio delle numerose donazioni di derrate alimentari – ad oggi arrivate a circa 10 tonnellate – distribuite con un pacco di generi alimentari di prima necessità alle famiglie che stanno contattando in queste ore lo 0817955555, essendo in uno stato di assoluta indigenza che viene comunque sottoposto ad un controllo sulla veridicità della situazione familiare. Il Sindaco Luigi de Magistris nel pomeriggio di oggi si è recato, insieme alle assessore Buonanno e Galiero ed al Presidente della Mostra d’Oltremare Minopoli, al Padiglione 6, per seguire da vicino le fasi del carico degli alimenti e della loro successiva distribuzione che avviene attraverso 14 squadre della Protezione civile comunale che si recano presso i domicili della famiglie bisognose.

Chiunque voglia donare i generi alimentari di prima necessità può concordare la consegna telefonando allo 0817955555

Queste le aziende che, ad ora, hanno fatto le donazioni:
Gelateria del gallo di ciro verde, d’avino srl, t.s.m. Srl, crispo srl, soluzioni imballaggi srl, caffe’ moreno sr, Alfa service sas di alfonso lamboglia, Unicef, C.A.A.N., Coldiretti, Le dolcezza del cuore srl, Antica pasta mediterranea srl, Ciro amodio, Supermercato Superò, flor do cafè – as 1947 srl, carrefour express, conad, falco molino e pastificio srl, sole 365 – ap commerciale srl.
Il Sindaco ha ripetuto il suo forte appello a tutti i napoetani, aziende o privati cittadini, per donare i generi alimentari di prima necessità (pasta, pelati, biscotti, olio, legumi in scatola o barattolo) al banco alimentare del Comune di Napoli che provvederà poi a distribuitli alle famiglie bisognose. Ad oggi sono circa trecento le famiglie che hanno ricevuto o stanno ricevendo il pacco alimentare.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*