La lettera di Raffaele Carotenuto a Lucia Annunziata

Sputtanapoli: ho avuto modo di recapitare questa missiva alla giornalista Lucia Annunziata. Ecco il testo.

Egr. Dott.ssa Annunziata, seguendo la trasmissione da Lei condotta, dal titolo ”Mezz’ora in più”, di domenica 22 marzo, ho avuto modo di notare una Sua particolare affermazione del seguente preciso tenore:” …ci troviamo di fronte a ben 300 persone del maggior ospedale di questa grande città…che sono andati tutti in malattia, si sono messi in ferie…”.
Con queste parole Lei tentava di far polemizzare il prof. Galli, già oggetto di critiche per un confronto televisivo con il prof. Ascierto, sulla “presunta” diserzione di un grandissimo numero di medici di qualche ospedale italiano che Ella, stranamente, non ha voluto citare.
Dopo la risposta del prof. Galli Lei, non convinta della stessa, ha fatto una ulteriore affermazione che di seguito si riporta: “…dirsi la verità non fa mai male, soprattutto dirsela mentre le cose stanno succedendo…”
Dott.ssa Annunziata dica a chi erano dirette quelle parole e chieda scusa se la realtà sanitaria a cui si riferiva era l’azienda ospedaliera Antonio Cardarelli della città di Napoli, i cui dirigenti responsabili hanno prima smentito e poi denunciato tale falsità.
Lo deve alla Sua storia, al suo agire pubblico e, non ultimo, a noi tutti che versiamo il canone alla RAI.
Per amore della verità a cui Ella stessa richiama.

Distinti saluti.

Dott. Raffaele Carotenuto
Giornalista-pubblicista


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*