Controlli COVID-19 della Polizia Municipale

Nella giornata di ieri 18 marzo, sono state 1362 le persone complessivamente controllate sul territorio cittadino dalle 386 unità messe in campo dalla Polizia Municipale tra Ufficiali ed Agenti, donne e uomini.

Necessaria l’autocertificazione

Con l’emanazione del nuovo modello di autocertificazione predisposto dal Ministero dell’Interno, nel quale, la persona che si trova in strada per motivi “urgenti” deve dichiarare anche di “non essere malata e/o in quarantena” prevedendo quindi, per chi mente, la possibilità di una condanna fino a 12 anni di carcere per reato contro la salute pubblica, sono state 6, delle 1362 controllate, le persone denunciate per falsa attestazione a pubblico ufficiale e 35 quelle denunciate ai sensi dell’art. 650 c.p. per non aver ottemperato alle disposizioni impartite dall’Autorità. In gran parte rispettate a Napoli le chiusure imposte dall’emergenza COVID-19.

Bisogna restare a casa

In totale gli esercizi commerciali controllati dalla Polizia Locale nella giornata del 18 marzo sono stati 518 e tra loro sono stati 4 i titolari denunciati, ex art. 650, per non aver osservato l’ordine di chiusura. Si evidenzia che a tale denuncia, la dove previsto, conseguirà la sospensione dell’attività. Proseguiranno costanti anche nei prossimi giorni i controlli da parte della Polizia Locale di Napoli rivolti ad assicurare il rispetto delle disposizioni adottate a tutela dell’incolumità e della salute pubblica.

 


Comune di Napoli Comunicati Stampa

 

 

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*