Morte giovane a Napoli. Il Codacons: no a giustizia fai da te

Un episodio gravissimo che riaccende i riflettori sui limiti della legittima difesa che può facilmente trasformarsi in una pericolosa forma di giustizia “fai da te”. Lo afferma il Codacons, commentando il caso del ragazzo ucciso a Napoli da un carabiniere durante un tentativo di rapina.

SE CARABINIERE HA COLPITO ALLE SPALLE VA INDAGATO PER OMICIDIO VOLONTARIO E SOSPESO DALL’ARMA

Se davvero, come affermano i genitori, il ragazzo risulterà colpito alle spalle mentre tentava la fuga, il carabiniere coinvolto nella vicenda dovrà necessariamente essere indagato per omicidio volontario, e dovrà essere sospeso con effetto immediato dall’Arma dei Carabinieri – afferma il Codacons – Ciò per tutelare la stessa Arma, la sua dignità e il fondamentale ruolo a tutela della sicurezza pubblica che ricopre nel paese.

 

Codacons Comunicati Stampa


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*