Potere al Popolo: “Finalmente vi sveliamo chi c’è dietro Aragno”

Ora che la campagna elettorale è giunta al termine, possiamo svelare tutte le carte e confessarvi chi c’è davvero stato in questi giorni dietro Giuseppe Aragno.
Siamo gli under 25, pure troppo under, molti di noi sono under 18. Non possiamo votare eppure abbiamo organizzato noi la campagna elettorale per il prof.
Ci avete fatto caso? Non ci avete visto ai comizi e nei giri degli altri candidati, lì ci sono solo capelli bianchi e nemmeno morbidi e vaporosi come quelli del nostro prof.
Abbiamo puntato tutto su di lui, costringendolo anche a ballare in mezzo a piazza Quattro Giornate ieri sera.

Il nostro amore verso Potere al Popolo è stato un colpo di fulmine

Siamo una generazione a cui è stato impedito di sognare, di immaginare il futuro. Cresciuti completamente nel mantra del “non c’è alternativa”, pensa al tuo, difenditi da tutti e pigliati un ansiolitico nel caso.
Per tanti di noi il primo incontro con la politica è stato grazie a Friday for Future, all’appello di Greta.
Così abbiamo scoperto la bellezza delle piazze, dello stare insieme, del costruire comunità.
Molti di voi non ci credono più, vi siete abituati a 30 anni di compromessi, avete perso di vista l’obiettivo.
L’obiettivo è la rivoluzione.
Per fermare la crisi climatica.
Per redistribuire la ricchezza.

Per fermare il razzismo

Per costruire la fratellanza tra i popoli.
Per riscattare Napoli.

Bisogna costruire l’alternativa. Con quest’obiettivo in testa, con la gioia di sapere che stiamo costruendo un’avventura meravigliosa. Non sarà facile, ma fateci caso. Siamo già qui, l’altro giorno a contestare Salvini a via Toledo c’eravamo noi, una generazione nuova.
Noi la destra fascioleghista l’arginiamo tutti i giorni nella società, nelle scuole, nelle strade, ribattendo colpo su colpo ai commenti, costruendo legami di solidarietà sul territorio.
Il prof. da grande antifascista ci ha ispirato tanto, non si è mai arreso e ne ha viste davvero tante negli anni. Noi gli abbiamo promesso che non ci arrenderemo, adesso vediamo bene il filo che lega le storie dei giovani rivoluzionari di ieri e le nostre storie di oggi.
Vada come vada, il futuro è nostro.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*