Nidi e scuole dell’infanzia comunali: approfondimento oggi in commissione Scuola

La commissione Scuola, presieduta da Chiara Guida, ha discusso oggi con il responsabile dell’Area Educazione e Diritto allo Studio Giovanni Paonessa delle principali linee di attività previste per i nidi e le scuole dell’infanzia comunali.

Scade il prossimo 28 febbraio il termine per presentare le domande di iscrizione alle scuole dell’infanzia comunali per l’anno scolastico 2020/21

È attivo il portale per l’iscrizione on-line che consentirà di iscrivere le bambine e i bambini residenti nel Comune di Napoli che entro il 31 dicembre 2020 abbiano compiuto o compiano il terzo anno di età. Rispetto a questo servizio offerto dal Comune, ha introdotto la presidente Guida, alcuni genitori hanno avanzato la richiesta di poter contestualmente iscrivere i propri figli anche al servizio di refezione.

Una procedura che al momento non è praticabile, ha spiegato il responsabile dell’Area Istruzione Giovanni Paonessa, sia perché la possibilità di iscriversi online è prevista solo per le scuole comunali, mentre per quelle statali è ancora prevista la modalità cartacea – una doppia formula che pone evidenti problemi di organizzazione dei dati – sia perché, prima di raccogliere l’adesione alla refezione, è necessario dare la priorità alla redazione delle graduatorie e alla verifica della effettiva intenzione di iscriversi degli ammessi.

Al momento, inoltre, non sono ancora state definite le tariffe per il prossimo anno scolastico

Nel corso della riunione, durante la quale sono intervenute le consigliere Elena De Gregorio (Dema) e Marta Matano (Movimento 5 Stelle), Paonessa ha illustrato le linee di attività e i modelli organizzativi previsti per i nidi e le scuole dell’infanzia di competenza comunale: per la fascia “0-6 anni”, infatti, da tempo si sta facendo un lavoro di affinamento e razionalizzazione dell’offerta formativa, soprattutto per evitare sovrapposizioni con le scuole statali. Per questo, ha concluso, è soprattutto sulla fascia d’età “0 – 3 anni” che l’amministrazione comunale intende specializzarsi, attraverso una programmazione dedicata e lo sviluppo di precise linee di azione.


Tra gli altri temi trattati, che saranno oggetto di ulteriori approfondimenti in commissione: le prospettive per un sistema di riscossione delle tariffe per i nidi comunali legato alle procedure di iscrizione online; l’obiettivo della gestione diretta da parte del Comune dei nidi realizzati con fondi PAC e l’uso dei fondi MIUR per interventi di supporto e integrazione dell’offerta formativa; l’elaborazione del modello tariffario da adottare.

 

Comune di Napoli Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*