Potere al Popolo: “Baffone questa volta sei dalla parte sbagliata”

Da quando è iniziata la campagna elettorale Sandro Ruotolo ha ripetuto più volte:
“Io sono il candidato di tutti e di nessuno”

Ad esser sinceri all’inizio non capivamo bene il senso di questa affermazione ma poi con il passare dei giorni tutto è diventato tutto più chiaro.

Quando si tratta di prendere i voti Ruotolo è il candidato di tutti mentre quando bisogna rispondere dell’operato delle forze che lo sostengono, PD in primis, diventa il candidato di nessuno.

L’ha fatto per la strada come durante le interviste

“Cosa pensa del Jobs Act? Non dovete chiederlo a me!” oppure “De Magistris ha abbandonato le periferie” gli ha detto qualche cittadino e lui “e io che ci azzecco con quello che fa il sindaco?!”.


Ci dispiace Sandro ma così non va

Già alla scuola elementare si impara che esistono oneri e onori, diritti e doveri.
Tu hai il diritto di presentarti con il PD e Italia Viva ma a quel punto hai il dovere di rispondere delle loro nefandezze.
Quanto meno dovresti rispondere di quello che hanno fatto da quando ti sei candidato come ad esempio il rinnovo del #MemorandumItalia-Libia, la proposta farsa di modifica dei #DecretiSicurezza e lo scandaloso disegno di legge Boccia sull’ #AutonomiaDifferenziata.

Vederti dietro quella bandiera fa soffrire tante e tanti.

 

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*