Reddito di cittadinanza e Progetti Utili alla Collettività, le novità

Con l’assessora Monica Buonanno, la commissione Welfare, presieduta da Maria Caniglia, ha approfondito le prossime tappe per l’accesso dei percettori di Reddito di Cittadinanza a percorsi di accompagnamento al lavoro tramite Progetti Utili alla Collettività (PUC).

Novità per i percettori del reddito di cittadinanza

La novità delle ultime settimane, ha spiegato l’assessora Buonanno alla Commissione, è il via libera del Ministero per il trasferimento dei codici fiscali dei percettori di Reddito di cittadinanza dalle banche dati dei Centri per l’Impiego a quelle dei Centri Servizi Sociali Territoriali. In questo modo sarà possibile avere contezza, tra tutti i percettori di Reddito di cittadinanza, di quanti possono essere inseriti in percorsi di accompagnamento al lavoro anche tramite PUC. Per la presentazione dei progetti il Comune di Napoli ha scelto di rivolgersi prevalentemente al Terzo Settore, attraverso un avviso pubblico che verrà pubblicato non appena avuta l’approvazione ministeriale. L’elenco dei PUC, una volta definito, verrà pubblicato sulla piattaforma informatica Ge.Pi. (Gestione dei Patti per l’Inclusione sociale), il cui format, dopo una serie di incontri con i referenti italiani della Banca Mondiale che lo gestisce, sta per essere rilasciato all’amministrazione comunale.

Sempre con l’approvazione del Ministero, ha comunicato l’assessora, si sta ipotizzando un secondo avviso per la presentazione di PUC rivolto alle pubbliche amministrazioni del territorio. Una misura, questa, valutata positivamente dalla Commissione; la consigliera Marta Matano (Movimento 5 Stelle) ha evidenziato quante ricadute positive le progettualità presentate dalla pubblica amministrazione potrebbero avere in settori come i beni culturali e la scuola.

La commissione si è anche soffermata sulle Intese Territoriali di Inclusione Attiva (Itia)

L’assessora Buonanno ha spiegato che la delibera comunale è ora all’attenzione della Regione Campania; non appena ricevuta l’approvazione, si procederà con la convocazione degli Enti e l’avvio delle attività per quello che lei stessa ha definito uno dei pochi esempi di integrazione reale tra misure di Welfare e politiche attive per il lavoro.


 

Comune di Napoli Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*