Panini – Buonanno – Menna: avviano la sperimentazione del “Lavoro Agile”

Il Comune di Napoli, su iniziativa degli Assessori al Personale, Enrico Panini, al Lavoro, Monica Buonanno e alle Pari Opportunità, Francesca Menna, ha avviato la sperimentazione del “Lavoro Agile”, una modalità flessibile di esecuzione della prestazione lavorativa che si articola con particolari caratteristiche spazio-temporali innovative. La sperimentazione riguarderà, in sede di prima applicazione, alcuni uffici comunali che, per la tipologia di funzioni che svolgono, sono stati giudicati immediatamente idonei ad essere inseriti nella progettazione.

Partita la sperimentazione di “Lavoro Agile”

Nell’ambito di tali uffici saranno selezionati, presumibilmente, un contingente di dipendenti di circa 100 unità, su base volontaria e secondo criteri di priorità che vanno dal godimento del periodo di congedo di maternità allo stato di gravidanza e alla distanza domicilio-luogo di lavoro. Tali lavoratori/trici svolgeranno la loro ordinaria attività lavorativa, preventivamente concordata con il responsabile di riferimento, al di fuori della sede di lParritavoro per 1 giornata a settimana, con esclusione dei giorni festivi.

Progetto nazionale gestito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità

La sperimentazione, a costo zero per l’Amministrazione comunale, è avviata nell’ambito di “Lavoro Agile per il futuro della PA”, un progetto nazionale finanziato dal Programma Operativo Nazionale (PON) Governance e Capacità Istituzionale, di cui risultano beneficiari, oltre al Comune di Napoli, enti locali quali Roma Capitale, la Regione Emilia-Romagna e la Città di Bari, per citarne alcuni. Il progetto è gestito dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Pari Opportunità che eroga attività di tutoring ed accompagnamento alla piena attuazione della fase sperimentale del “Lavoro Agile”, il quale diverrà un obbligo per tutte le pubbliche amministrazioni dal prossimo mese di giugno, allorquando esse saranno chiamate ad avviare verso questa nuova modalità di lavoro almeno il 10% del proprio organico. Il progetto prevede la realizzazione di un’azione di sistema ispirata al tema della conciliazione vita– lavoro, mirando alla promozione di una nuova visione dell’organizzazione del lavoro, a stimolare l’autonomia e la responsabilità dei/delle lavoratori/trici coinvolti/e, e, quindi, al miglioramento delle performances individuali nonché ad un complessivo efficientamento dell’azione amministrativa dell’Ente, attraverso indicatori di monitoraggio oggettivamente verificabili. Il “Lavoro Agile” produrrà, inoltre, un impatto positivo sulle politiche ambientali promosse dal Comune grazie alla riduzione degli spostamenti casa-lavoro-casa, favorendo la diffusione di una mobilità sostenibile e la diminuzione del traffico urbano.

 


Comune di Napoli Comunicati Stampa

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*