Condizioni meteo in miglioramento per domani ma ancora parchi chiusi

La Protezione civile regionale ha emesso un’allerta meteo da mezzanotte e fino alle ore 14 di lunedì 4 novembre. Il livello dell’allerta meteo è GIALLO per “residue precipitazioni, localmente anche a possibile carattere di
moderato rovescio o isolato temporale.
Venti forti occidentali con possibili raffiche nei temporali. Mare agitato con possibili mareggiate lungo le coste
esposte.”

ALLERTA METEO GIALLA

Le condizioni meteo- in miglioramento rispetto alla giornata odierna – inducono comunque a tenere chiusi i parchi cittadini mentre i cimiteri riapriranno. Nel corso della notte è stato effettuato il monitoraggio di tutte le aree a rischio idrogeologico mentre oggi si sono registrati numerosi interventi da parte dei tecnici comunali in molte zone della città a causa di allagamenti e di rami ed arbusti caduti al Vomero, a Posillipo, a Bagnoli, in via Campegna, via de Giaxa, viale Traiano, via Pigna e Cupa Toscanella. Alcuni teloni in via Marina e in piazza Fuga sono stati assicurati ai sostegni. Immediati e risolutivi gli interventi al sottopasso di via scaglione e via campano (via dei ciliegi) dove i detriti avevano ostruito le caditoie. Resta chiuso il sottopasso di sinistra di via Claudio.

Condizioni meteo in miglioramento

A causa della previsione di forti venti il Servizio Tecnico scuole raccomanda ai dirigenti scolastici di non far frequentare in modo stanziale le aree esterne pertinenziali agli edifici scolastici con presenza di alberature e di non utilizzare le attrezzature e le aree destinate ad attività’ ludiche all’aperto fino all’ orario di validità dell’allerta meteo. Si invita la cittadinanza a prestare la massima attenzione nei siti già segnalati per il rischio idrogeologico (versanti e pendii per possibili frane e smottamenti) e idraulico (sottopassi e aree di collettori fognari per possibili allagamenti).


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*