Interventi stradali. Trenta progetti finanziati dalla Città Metropolitana di Napoli

Trenta i progetti per interventi stradali ammessi al finanziamento della Città Metropolitana e in attesa di realizzazione. Riguardano, tra gli altri, gli assi viari di Corso Vittorio Emanuele, Via Arcoleo, Via Morelli e Viale Umberto Maddalena. Per Corso Meridionale si attende invece la conclusione dell’intervento di Enel Distribuzione richiesto da Grandi Stazioni per chiudere il cantiere stradale. L’assessore alle Infrastrutture, Mario Calabrese, ha fornito oggi alla commissione presieduta da Nino Simeone i dettagli dei lavori in corso e di quelli da realizzare.

Cantieri aperti. Dettagli sui lavori in corso e su quelli da realizzare.

Via Nuova Marina, Corso Meridionale, Corso Vittorio Emanuele, Piazza Carlo III, Corso Secondigliano, Viale Umberto Maddalena, Via Ulderigo Masoni: sono solo alcune delle principali arterie cittadine di cui si è occupata oggi la commissione Infrastrutture. Il presidente Nino Simeone ha espresso preoccupazione sullo stato di molte strade interessate da lavori iniziati ma non ancora terminati. L’assessore alle Infrastrutture, Mario Calabrese, ha precisato, prima di entrare nel dettaglio, che l’Amministrazione, a partire dal 2013, ha effettuato la manutenzione di cento chilometri di strade appartenenti alla viabilità principale, finanziandola con fondi comunali, e ha costituito e finanziato le squadre di pronto intervento stradale. Attualmente risultano approvati 75 progetti di interventi per un valore complessivo di 100 milioni di euro, alcuni dei quali ammessi a finanziamento regionale e altri, circa una trentina, inseriti nel Piano strategico della Città Metropolitana. Tra questi rientrano l’ultimazione dei lavori di Corso Meridionale, l’atteso intervento al Corso Vittorio Emanuele, Viale Umberto Maddalena e il completamento di Piazza Carlo III. In risposta ad alcuni rilievi sollevati dai consiglieri Vincenzo Moretto (Prima Napoli) rispetto al cantiere di Corso Meridionale, sospeso a causa dell’intervento di Enel Distribuzione per Grandi Stazioni ma interessato da numerose problematiche, e di Fulvio Frezza (Misto) rispetto al cantiere di Piazza Carlo III, è intervenuto il dirigente del Servizio Strade e Grandi Reti tecnologiche, Edoardo Fusco, per informare che i lavori, per la quasi totalità coperti dai fondi comunali, saranno completati con i finanziamenti della Città Metropolitana. Tutti i problemi rilevati e segnalati dai consiglieri saranno comunque verificati ed eventualmente contestati alla ditta esecutrice in occasione della consegna e del collaudo. Analogo meccanismo è stato adottato relativamente ai lavori sulla parte già ultimata di Via Marina, mentre per quelli ancora in corso occorrerà attendere la fine degli interventi. Su altri disagi segnalati, come quello dell’allagamento della Riviera di Chiaia in occasione delle recenti e forti piogge, Calabrese ha spiegato che si tratta di una conseguenza originata da una serie di concause, quali la carenza di manutenzione delle caditoie, di competenza delle Municipalità, le caratteristiche del sistema fognario e problemi al collettore che, unite all’eccezionale quantità di pioggia caduta in poche ore, hanno causato il fenomeno lamentato. Sempre le Municipalità sono chiamate ad autorizzare e poi verificare il ripristino del manto stradale e dei marciapiedi dopo gli interventi di posa della fibra ottica, altra criticità segnalata dalla consigliera Roberta Giova (La Città), che sta causando non pochi problemi ai Colli Aminei. Su altre urgenze, come quella segnalata dal consigliere Matteo Brambilla (Movimento 5 Stelle) per Via Ulderigo Masoni, interrotta per una frana da un terreno privato che causa da settimane grande caos nella circolazione, assessore e dirigente hanno chiarito che è già partita la diffida al privato ed è stata interpellata l’Avvocatura per verificare la possibilità di un intervento del Comune in danno.

Maggiore vigilanza sulle attività e sulle ditte fornitrici di servizi.

Ad oggi, sembra che l’intervento di messa in sicurezza sia già iniziato. Infine, su proposta del presidente Simeone, sarà inviata dall’assessore Calabrese una sollecitazione alle Municipalità affinché venga adottata una maggiore vigilanza sulle attività di competenza connesse agli interventi delle ditte fornitrici di servizi.

Fonte Comune di Napoli-Comunicati Stampa


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*