Omicidio di Ciro Colonna. Le dichiarazioni dell’assessore Alessandra Clemente sulle condanne

“Dopo quel terribile 9 giugno, in questi anni, il Comune di Napoli è stato parte attiva al fianco della famiglia di Ciro Colonna in tribunale, attraverso la Costituzione di parte civile nel processo e nel quartiere del Lotto O di Ponticelli, insieme alla rete di Associazioni e cittadini promossa da Libera, per non lasciare mai soli i familiari di Ciro Colonna. Questa sentenza è un passaggio di giustizia e verità importante. Viene sancito in modo definitivo che Ciro è una vittima innocente di camorra e dato l’importante segnale a tutte le persone che combattono la malavita di avere fiducia nella giustizia. Un sentito riconoscimento alle donne e uomini delle forze dell’ordine e della magistratura, per l’impegno profuso affinché si individuassero i responsabili di quell’azione così feroce, e alla famiglia di Ciro Colonna, che non ha mai avuto parole di odio o di vendetta ma di speranza ed impegno affinché la morte di Ciro non fosse vana. Alla sorella, in particolar modo, Mary, che ha subito in tribunale minacce ed intimidazioni, ed i suoi genitori, Adelaide ed Enrico, l’abbraccio di tutta la città Napoli”. lo afferma l’assessore ai giovani Alessandra Clemente


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*