Assistenza scolastica e specialistica per l’anno scolastico 2019/20

Il nuovo anno scolastico è ormai alle porte, ed è questo il momento di pianificare, sulla base di quanto di buono fatto in quello 2018/19, in materia di assistena scolastica e specialistica.

“Un bilancio delle attività svolte nell’ambito dell’assistenza scolastica e specialistica nell’anno scolastico appena trascorso e la pianificazione per il nuovo anno. Di questo hanno discusso in una riunione congiunta le commissioni Scuola, presieduta da Luigi Felaco, e Welfare, presieduta da Maria Caniglia, con la partecipazione dell’assessora al Welfare Roberta Gaeta, dell’assessora all’Istruzione Annamaria Palmieri e del direttore generale di Napoli Servizi Ciro Turiello.

Una riunione convocata per discutere della situazione del servizio di assistenza scolastica nell’anno appena trascorso, ma soprattutto per capire se, per il prossimo anno, è stata fatta una pianificazione e se Napoli Servizi sarà in grado di coprire il fabbisogno delle scuole. Questi i punti evidenziati in apertura dalla presidente Caniglia, mentre il presidente Felaco ha anche chiesto chiarimenti sullo stato dell’arte di un tavolo di lavoro, avviato un anno fa, finalizzato alla redazione di un mansionario per gli operatori della Napoli Servizi impiegati nel servizio scolastico.

Nel corso del dibattito la consigliera Rosaria Galiero (Napoli in Comune a Sinistra) ha posto l’accento sulla necessità di salvaguardare e allo stesso tempo valorizzare il lavoro degli operatori e delle operatrici Socio-Assistenziali della Napoli Servizi, spesso competitivi anche in tema di assistenza specialistica. Il consigliere Vincenzo Moretto (Prima Napoli) ha espresso preoccupazione, alla luce dei dati che emergono da alcune schede del bilancio di assestamento, sulla garanzia della continuità dell’impiego dei lavoratori della Napoli Servizi nel settore del Welfare, e ha chiesto rassicurazioni in questo senso.


Rispetto a questi punti, ha precisato l’assessora Gaeta, bisognerà attendere il 9 settembre per conoscere il fabbisogno delle scuole in tema di assistenza specialistica agli alunni diversamente abili. E’ infatti quello il termine posto ai dirigenti scolastici delle scuole superiori per presentare progetti, mentre – sempre per la specialistica – si conoscono già le nuove linee guida per l’anno scolastico 2019 – 2020, che consentiranno di avere una maggiore omogeneità nell’erogazione dei servizi. Per quanto riguarda l’assistenza scolastica fornita dagli OSA della Napoli Servizi, l’Assessora ha precisato che nell’anno appena trascorso sono stati circa 900 gli alunni coinvolti e che, sulla base di questo dato storico, il servizio sarà garantito anche per il prossimo anno. Sulle professionalità interne a Napoli Servizi, ha proseguito, è importante valorizzare le diverse competenze, ed è importante anche chiarire che l’amministrazione comunale non intende venir meno nel salvaguardare le funzioni di questi operatori, ma è bene ricordare che – sulle scuole comunali – l’Amministrazione risponde in toto con il proprio personale . Su questi aspetti, ha concluso, sarà importante il confronto con il nuovo Amministratore unico della Società.

Gli operatori di Napoli Servizi vanno ringraziati per il lavoro svolto nelle scuole ma anche nell’ambito dei campi estivi, ha precisato l’assessora all’Istruzione Annamaria Palmieri. Sono diversi i temi che emergono sull’assistenza scolastica e sui quali si dovranno valutare possibili soluzioni: dalla necessità di garantire la continuità nell’affiancamento degli operatori agli alunni, alla distribuzione degli operatori su più plessi, fino alla possibilità che gli operatori possano accompagnare gli alunni loro affidati nelle attività fuori sede. E’ importante per questo riprendere quanto prima il confronto sul mansionario, in modo da avere regole certe per l’erogazione del servizio.

Per Ciro Turiello non si può non tenere conto, per capire bene l’attuale situazione del mansionario e dei profili professionali, delle novità normative introdotte dalla legge Madìa in tema di società partecipate, precisando che per il prossimo anno scolastico tutte le scuole comunali saranno coperte dal servizio di assistenza scolastica, ma non è escluso che qualche scuola statale possa essere esclusa, si lavorerà in ogni caso per garantire la continuità dell’assistenza per i casi più delicati. Su questi aspetti è intervenuto il consigliere Claudio Cecere (Dema) che ha chiesto garanzie precise sulla copertura del servizio sia nelle scuole comunali che in quelle statali. Anche per il consigliere Andrea Santoro (Misto – Fratelli d’Italia) ad oggi bisognerebbe già conoscere la situazione e la capacità di copertura del servizio per il prossimo anno, così come il fabbisogno di personale, per evitare di trovarsi scoperti nel corso dell’anno. Diego Venanzoni (Partito Democratico) ha criticato l’impossibilità di consultare le schede di programmazione del servizio, non ancora disponibili, che andrebbero invece condivise in tempo con la Commissione.”

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*