Napoli, in commissione Welfare le attività estive per giovani e anziani

La commissione Welfare, presieduta da Maria Caniglia, ha fatto il punto con l’assessora Roberta Gaeta sulle attività estive rivolte a giovani e anziani messe in campo dall’amministrazione comunale.

Confermate anche quest’anno, ha spiegato l’assessora Gaeta, le attività estive rivolte ai minori; sono ormai 6000 quelli raggiunti da queste iniziative, tutte gratuite, che si svolgono nei centri diurni polifunzionali e nell’ambito delle “educative territoriali”, attraverso attività diurne o soggiorni residenziali, non solo in località di mare ma anche in altri luoghi dove è possibile svolgere altre attività significative.

Ci sono poi le attività che si svolgono nel centro S. Francesco a Marechiaro, rivolte ai bambini disabili (vengono ospitati 55 bambini a settimana per tutto il periodo estivo) che vengono affidate con avviso pubblico a enti esterni che hanno il compito di accompagnare i giovani ospiti. Nei giorni di sospensione di tali attività è possibile, per altre organizzazioni come oratori, parrocchie o ludoteche, poter accedere alla struttura di Marechiaro per altre iniziative rivolte ai minori.

Un obiettivo importante, ha proseguito l’assessora Gaeta, è stato quello di garantire anche d’estate la continuità delle attività programmate nel corso dell’anno: ad esempio, la ludoteca cittadina della Sanità resterà aperta anche in questi mesi, mentre il personale della Napoli Servizi verrà messo a disposizione delle scuole che ne faranno richiesta per lo svolgimento dei campi estivi. Proseguono in questi mesi estivi anche le iniziative “Città per giocare” e “Liberi di crescere”, così come i progetti per gli adolescenti.


Sono intanto partite le Agenzie di cittadinanza nelle dieci Municipalità, che si occupano di anziani e disabili attraverso progetti di aggregazione e assistenza leggera. E’ stata avviata la modifica della Centrale Operativa Sociale ed è stato attivato il telesoccorso per rispondere alle diverse situazioni di emergenza. A queste si aggiungono le attività del “Piano caldo 2019”: ABC ha assicurato l’apertura di tutti i beverini, anche per venire incontro alle esigenze dei senza fissa dimora, ai quali peraltro le tre unità di strada del Comune provvedono a distribuire bibite; viene inoltre garantita l’apertura del centro diurno di Via Tanucci per offrire un po’ di ristoro.

La presidente Caniglia e i commissari intervenuti (Marta Matano del Movimento 5 Stelle e Vincenzo Moretto di Prima Napoli) hanno stabilito di effettuare diversi sopralluoghi nel corso del mese di luglio, per poter visitare gli ospiti delle strutture e conoscere le attività in corso.

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*