Patto per Napoli: confronto in commissione sulle infrastrutture

Discusso, nella commissione per il Monitoraggio dell’attuazione del Patto per Napoli, il report trasmesso dagli uffici competenti sui singoli interventi in corso. In particolare, con l’assessore Mario Calabrese ed il dirigente della U.O.A. Politiche di Coesione Sergio Avolio è stata affrontata oggi la sezione dedicata alle infrastrutture.

Il Patto per Napoli è un programma di interventi finanziato con risorse nazionali provenienti dal FSC 2014 – 2020 sottoscritto il 25 ottobre 2016. Dal mese di marzo 2017 è effettivo l’accordo con la Città Metropolitana per la gestione integrale da parte del Comune di Napoli.

Nel corso della riunione, prima presieduta dal consigliere anziano David Lebro e poi dal presidente Marco Nonno, i commissari intervenuti (Matteo Brambilla del Movimento 5 Stelle; Vincenzo Moretto di Prima Napoli e Laura Bismuto di Dema) hanno chiesto chiarimenti sul documento di sintesi trasmesso dalla UOA Politiche di Coesione e dalla UOA Coordinamento interventi per le infrastrutture, l’ ambiente e il territorio diretti all’attuazione del Patto per Napoli.

Diversi i punti affrontati con l’assessore Calabrese ed il dirigente del servizio Avolio: dalla riqualificazione di Napoli Est, che prevede interventi infrastrutturali con relativa sistemazione delle aree verdi e realizzazione di Tram o BRT (costo: 40 milioni di euro), alle misure previste per il progetto Restart Scampia, che prevede anche il completamento della nuova sede della Facoltà di Medicina e Chirurgia (costo: 2.618.415, 37 euro). Discusso inoltre lo stato di avanzamento dei lavori della Linea 1 della Metropolitana, con la progettazione, costruzione, fornitura, collaudo e immissione in rete di due elletrotreni (costo: 20 milioni di euro), l’ampliamento del deposito mezzi e dell’officina di manutenzione a Piscinola (costo: 10 milioni di euro) e la realizzazione della seconda uscita della stazione Materdei nel quartiere Sanità (costo 6.900.000 euro).


E’ quasi conclusa, inoltre, la tratta Mergellina – Municipio della Linea 6, costata 23 milioni di euro. Il dirigente Avolio ha infine illustrato gli interventi previsti per migliorare l’attività degli uffici a supporto del Patto (acquisto di pc e software) e per assicurare l’assistenza tecnica alla certificazione, rendicontazione e comunicazione dei risultati. Tutte le informazioni sono disponibili al sito www.coesionenapoli.it

Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*