Wihrlpool, Latino: “Si apra subito un tavolo istituzionale”

“All’elenco delle crisi industriali si aggiunge oggi un’altra importante azienda: la Whirlpool. La decisione della proprietà di chiudere lo stabilimento di Napoli è grave perché impatta su un’area con un alto livello di disoccupazione e viola un accordo stipulato pochi mesi fa con i sindacati: sono a rischio oltre 400 posti di lavoro nonostante le rassicurazioni fornite dalla proprietà alla fine del 2018”. Lo afferma il responsabile nazionale Lavoro di Articolo Uno, Piero Latino.

“Articolo Uno chiede la sospensione della chiusura dello stabilimento e la immediata convocazione da parte del Ministro del lavoro di un tavolo che coinvolga le parti sociali e le istituzioni locali allo scopo di ottenere il rilancio della produzione e la tutela di tutti i lavoratori di Whirlpool”, aggiunge Latino.


Per una stampa libera


sostieni il nostro lavoro con una donazione

Le donazioni con PAYPAL sono sicure al 100%



Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*